Mese Notizie - Quotidiano di Informazione sulla Valdinievole

Entries for maggio 2016

MUSICA SPORT E DONAZIONE

Pubblicato il 25 maggio, 2016

MONSUMMANO TERME - Avvicinare i giovani alla donazione è da sempre l’obiettivo principale che si prefigge l’AVIS, Associazione Volontari Italiani Sangue. Ed è proprio in quest’ottica che la locale Sezione di Avis Monsummano Terme, con il Patrocinio del Comune ed il sostegno di Cesvot Centro Servizi Volontariato Toscana, Sezione Socicoop Valdinievole, Cardelli Group Bellezza stile benessere e ACI Monsummano Terme, organizza OUT FOR BLOOD, Festival Rock&Metal e SPRING JAM, Contest di Skateboard. Giunti alla IV Edizione, sono diventati gli appuntamenti estivi per tutti quelli che amano la musica e lo sport. Per AVIS resta un’importante occasione per avvicinare nuove persone alla DONAZONE. Il 29 maggio avrà luogo al Parco Orzali di Monsummano Terme la terza edizione di "Spring Jam". L'evento, organizzato da AVIS Monsummano, a.s.d. IVproject e White Shop, ospiterà la gara provinciale di Skateboard UISP dalle 16:00 in poi presso l'area skate del parco. L'iscrizione è aperta ad atleti di tutte le età e livelli di esperienza ed è effettuabile il giorno stesso allo stand dell'AVIS. Ci saranno a disposizione del pubblico aree attrezzate per il ristoro, intrattenimento per grandi e piccoli, musica dal vivo, bancarelle e stand di ogni genere. Siete tutti invitati a partecipare a questa giornata dedicata allo sport e al sano divertimento! Aiutare gli altri divertendosi sarà dunque lo slogan delle manifestazioni. Gli appuntamenti sono per sabato 28 maggio con il Festival, dalle ore 16.00 alle 24.00 e per domenica 29 maggio con il Contest dalle ore 14.00 alle 20.00. Si svolgeranno presso il Parco Orzali, accompagnati da stand gastronomici, di artigianato locale, specialisti della bellezza e molto altro ancora. Ingresso gratuito ad entrambe le giornate. Per info Cellulare: 3209012520. Indirizzo E-mail: monsummano.comunale@avis.it. (Immagine di repertorio)


Galleria Immagini

  • MUSICA SPORT E DONAZIONE


IL GIORNO DELLA CICOGNA

Pubblicato il 25 maggio, 2016

MONSUMMANO TERME - Il giorno della cicogna 2016 (29 maggio). Giornata dedicata all'osservazione delle cicogne nel nido di Monsummano Terme e open day della Riserva Naturale del Padule di Fucecchio. Dopo secoli di assenza, la Cicogna bianca è tornata a nidificare in Toscana, grazie all’adozione di misure di protezione degli ambienti naturali ed a progetti di reintroduzione realizzati da associazioni e centri specializzati. Oltre alla coppia di Fucecchio, la prima ad insediarsi nella nostra regione già dal 2005, dal 2009 nascono pulcini di cicogna anche in un altro nido situato ai margini della grande area umida, nel comune di Monsummano Terme, e in altri nidi in tutta la Toscana. Per festeggiare il ritorno di questi splendidi uccelli, offrendo a tutti gli interessati la possibilità di osservare dal vivo il nido con gli adulti ed i pulcini, domenica 29 maggio è in programma la manifestazione “Il giorno della cicogna”. L’evento, nato grazie ai rapporti di collaborazione fra il Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio e la Sezione Soci di Unicoop Valdinievole, è inserito nell'ambito della “Giornata Europea dei Parchi” della Regione Toscana, in collaborazione con la Provincia di Pistoia ed il Comune di Monsummano Terme. Quest'anno la manifestazione è realizzata grazie al contributo di CMSA - Cooperativa Muratori Sterratori e Affini di Montecatini Terme, che si è generosamente offerta di sponsorizzare anche la "Festa del Padule", la "Nuova guida del Padule di Fucecchio" e una parte della gestione dell'area protetta, per un importo totale di 30.000 euro. In occasione de "Il giorno della cicogna" verrà predisposto presso l'impianto RSU Il Fossetto un punto di osservazione ombreggiato con potenti strumenti ottici puntati sul nido: i cannocchiali del Centro RDP Padule di Fucecchio ed i telescopi dell'Associazione Astrofili Valdinievole "A. Pieri". Al punto di osservazione gli operatori del Centro saranno pronti a rispondere a tutte le curiosità sulla Cicogna bianca, illustrando le varie fasi della nidificazione in corso, e per i bambini ci sarà anche una animazione a tema a cura di Arciragazzi Valdinievole. Gli interessati potranno presentarsi direttamente all'impianto in orario di apertura (9-12 e 16-19) o usufruire dei bus navetta gratuiti offerti dal Centro Commerciale Montecatini coop.fi (ex Ipercoop) che partiranno ogni 30 minuti dalla Galleria del centro stesso. Negli stessi orari, saranno aperti anche il Centro Visite della Riserva Naturale del Padule di Fucecchio, a Castelmartini, e l'osservatorio faunistico de Le Morette, dove sarà presente una Guida del Centro per mostrare con il cannocchiale le varie specie di uccelli acquatici (aperture offerte da Caffè New York). L'accesso al punto di osservazione delle cicogne e alle strutture della Riserva Naturale è libero e non occorre prenotazione.
Informazioni: Centro R.D.P. Padule di Fucecchio (tel. 0573/84540, email fucecchio@zoneumidetoscane.it) o Museo ella Città e del Territorio di Monsummano Terme (0572/954463), pagine web www.paduledifucecchio.eu


Galleria Immagini

  • IL GIORNO DELLA CICOGNA


A PASSEGGIO COL CENTRO

Pubblicato il 25 maggio, 2016

BUGGIANO - Escursione sulla via della Cessana con visita a Colle di Buggiano e a Buggiano Castello ed apertura di alcuni giardini degli agrumi. Domenica 29 maggio (ore 9-12) il Centro RDP Padule di Fucecchio propone una visita guidata nel territorio di Buggiano, con visita a Colle di Buggiano e Buggiano Castello ed apertura di alcuni giardini degli agrumi. Passeggiando lungo il torrente Cessana (anticamente detto Standipesce), si attraversano paesaggi di particolare pregio storico ed ambientale: il torrente scorre in una profonda valle caratterizzata da una ricca biodiversità ripariale, con ontani neri, sambuchi, felci, carici, e polmonarie. Di notevole impatto è anche la vista dei boschi che circondano la valle: cedui misti di latifoglie e conifere, lecci, farnie, carpini, castagni e pini. Il paesaggio dell’alta valle del torrente Cessana è dominato dalla presenza degli antichi castelli collinari: il Colle di Buggiano, con la chiesa posta fuori dalle mura, e Buggiano Castello con la sua imponente Abbazia. Chi percorre a piedi i sentieri che collegano questi storici abitati non può fare a meno di apprezzare la ricchezza di opere e strutture antiche che ci raccontano come in passato la vita degli abitanti della valle girasse attorno a questo torrente: dai ponti in pietra che lo attraversano lungo tutto il suo tratto, ai mulini/frantoi, alle fonti. Diversi sono i ponti ancora intatti tra cui il Ponte di Maciste, il Ponte di Stignano, il Ponte sulla Strada del Rio delle Due; quest’ultimo, di origine Medievale è il più antico e con la sua particolare struttura a schiena d’asino è diventato immagine simbolo del torrente. Tra i mulini da ricordare il Mulino di Maciste e del Bercini, il complesso dei mulini/frantoi del Sannini e il Molino del Gamboni. Nel primo tratto del torrente è possibile apprezzare la sorgente di Capofico utilizzata per l‘acquedotto che alimentava ed alimenta tuttora la Villa di Bellavista. Questo ed altri percorsi nella valle del Cessana sono possibili grazie al lavoro e all’impegno messo dai ragazzi dell’associazione "Andar per Colli" che hanno ripulito e ripuliscono i sentieri rendendoli accessibili a tutti. Alla fine dell'escursione, nel borgo medievale di Buggiano Castello sarà possibile ammirare alcuni giardini d’agrumi e orti segreti, aperti al pubblico per l'occasione; i visitatori saranno accolti dai proprietari, lieti di guidarli alla scoperta del proprio tesoro e di fornire spiegazioni sulle piante che vi si trovano. Il percorso non presenta particolari difficoltà tecniche, ma c’è qualche salita da superare e richiede comunque una certa abitudine alle camminate in ambiente collinare; sono quindi consigliati scarponcini da trekking e una scorta d'acqua. Le visite sono condotte come al solito da una Guida Ambientale ed è prevista una quota di partecipazione; informazioni presso il Centro R.D.P. Padule di Fucecchio (tel. 0573/84540, e-mail fucecchio@zoneumidetoscane.it) e su www.paduledifucecchio.eu


Galleria Immagini

  • A PASSEGGIO COL CENTRO


L'ISOLA SCONOSCIUTA

Pubblicato il 24 maggio, 2016

MONSUMMANO TERME - Secondo ed ultimo appuntamento al Teatro Montand di Monsummano Terme per la rassegna “La scuola in scena”, promossa dall'Associazione Teatrale Pistoiese, con il sostegno di Regione Toscana e Unicoop Firenze. Giovedì 26 maggio (ore 21) sarà protagonista l'Itc Marchi-Forti, sede di Monsummano Terme, con L'isola sconosciuta ispirato al racconto di Josè Saramago e diretto dal prof. Dean David Rosselli. Ecco gli studenti-attori: Cinzia Bechini, Veronica Amato, Alessia Lodetti, Ylenia Chesi, Laura Monni, Veronica Ripari, Licia De Freitas, Georgy Snytko, Bekim Progni, Alessia La Greca, Giada Castani, Aurora Malucchi, Chadia Bouchrida, Gemma Grazzini, Omaima Hissani, Elisa Gentile, Lorenzo Baronti, Alessia Zucconi, Omar Hussain, Kristela Xhafa, Lorenzo Chimenti. “Il Teatro può, e deve, far parte del curriculum formativo delle nuove generazioni – spiega il Prof. Rosselli - quale strumento pedagogico in grado di insegnare ai giovani competenze non solo scolastiche ma umane quali la creatività, la solidarietà, il confronto, la flessibilità, la consapevolezza di sé, la gestione di spazi, distanze, percezioni non solo fisiche, ma interiori: abilità che le arti sceniche possono, e devono, essere incluse in una scuola davvero buona. Il nostro copione, sviluppatosi attraverso un percorso graduale di vari mesi, è la risultante di un viaggio iniziato con la lettura, l'analisi e lo studio del testo di Josè Saramago “Il racconto dell'Isola sconosciuta”. Ciò a cui il pubblico assisterà è sia una dimostrazione che un percorso è stato affrontato da questi coraggiosi, creativi e consapevoli studenti con allegria, serietà ed impegno (carpendone degli strumenti attoriali di base), sia una riflessione legata ai temi trattati durante il laboratorio. Il pubblico è chiamato quindi a misurarsi, scena dopo scena fino all'epilogo, con un semplice ma profondo concetto: quanto riusciamo a vederla questa nostra vita, se non ci allontaniamo mai da essa? La risposta non è netta, non risiede nello spettacolo o nei suoi interpreti, ma c'è, da qualche parte esiste, magari sconosciuta, come l'isola che ognuno porta dentro, ma spesso non vede. Come la generosa capacità di questi adolescenti di mettersi in gioco, di aprirsi, di donare le loro emozioni, sensazioni, suggestioni, affinché sconosciute non siano più, ma note a noi adulti, quali brillanti isole interiori che ognuno di essi porta dentro e che sta a noi cercare, trovare, capire, spronare, sostenere”. Il programma della rassegna è consultabile su www.teatridipistoia.it. La biglietteria del Teatro Montand sarà aperta il giorno dello spettacolo dalle 15 alle 19 e dalle 20.30 (0572 954474).




L'ISOLA SCONOSCIUTA

Pubblicato il 24 maggio, 2016

MONSUMMANO TERME - Secondo ed ultimo appuntamento al Teatro Montand di Monsummano Terme per la rassegna “La scuola in scena”, promossa dall'Associazione Teatrale Pistoiese, con il sostegno di Regione Toscana e Unicoop Firenze. Giovedì 26 maggio (ore 21) sarà protagonista l'Itc Marchi-Forti, sede di Monsummano Terme, con L'isola sconosciuta ispirato al racconto di Josè Saramago e diretto dal prof. Dean David Rosselli. Ecco gli studenti-attori: Cinzia Bechini, Veronica Amato, Alessia Lodetti, Ylenia Chesi, Laura Monni, Veronica Ripari, Licia De Freitas, Georgy Snytko, Bekim Progni, Alessia La Greca, Giada Castani, Aurora Malucchi, Chadia Bouchrida, Gemma Grazzini, Omaima Hissani, Elisa Gentile, Lorenzo Baronti, Alessia Zucconi, Omar Hussain, Kristela Xhafa, Lorenzo Chimenti. “Il Teatro può, e deve, far parte del curriculum formativo delle nuove generazioni – spiega il Prof. Rosselli - quale strumento pedagogico in grado di insegnare ai giovani competenze non solo scolastiche ma umane quali la creatività, la solidarietà, il confronto, la flessibilità, la consapevolezza di sé, la gestione di spazi, distanze, percezioni non solo fisiche, ma interiori: abilità che le arti sceniche possono, e devono, essere incluse in una scuola davvero buona. Il nostro copione, sviluppatosi attraverso un percorso graduale di vari mesi, è la risultante di un viaggio iniziato con la lettura, l'analisi e lo studio del testo di Josè Saramago “Il racconto dell'Isola sconosciuta”. Ciò a cui il pubblico assisterà è sia una dimostrazione che un percorso è stato affrontato da questi coraggiosi, creativi e consapevoli studenti con allegria, serietà ed impegno (carpendone degli strumenti attoriali di base), sia una riflessione legata ai temi trattati durante il laboratorio. Il pubblico è chiamato quindi a misurarsi, scena dopo scena fino all'epilogo, con un semplice ma profondo concetto: quanto riusciamo a vederla questa nostra vita, se non ci allontaniamo mai da essa? La risposta non è netta, non risiede nello spettacolo o nei suoi interpreti, ma c'è, da qualche parte esiste, magari sconosciuta, come l'isola che ognuno porta dentro, ma spesso non vede. Come la generosa capacità di questi adolescenti di mettersi in gioco, di aprirsi, di donare le loro emozioni, sensazioni, suggestioni, affinché sconosciute non siano più, ma note a noi adulti, quali brillanti isole interiori che ognuno di essi porta dentro e che sta a noi cercare, trovare, capire, spronare, sostenere”. Il programma della rassegna è consultabile su www.teatridipistoia.it. La biglietteria del Teatro Montand sarà aperta il giorno dello spettacolo dalle 15 alle 19 e dalle 20.30 (0572 954474).




L'ISOLA SCONOSCIUTA

Pubblicato il 24 maggio, 2016

MONSUMMANO TERME - Secondo ed ultimo appuntamento al Teatro Montand di Monsummano Terme per la rassegna “La scuola in scena”, promossa dall'Associazione Teatrale Pistoiese, con il sostegno di Regione Toscana e Unicoop Firenze. Giovedì 26 maggio (ore 21) sarà protagonista l'Itc Marchi-Forti, sede di Monsummano Terme, con L'isola sconosciuta ispirato al racconto di Josè Saramago e diretto dal prof. Dean David Rosselli. Ecco gli studenti-attori: Cinzia Bechini, Veronica Amato, Alessia Lodetti, Ylenia Chesi, Laura Monni, Veronica Ripari, Licia De Freitas, Georgy Snytko, Bekim Progni, Alessia La Greca, Giada Castani, Aurora Malucchi, Chadia Bouchrida, Gemma Grazzini, Omaima Hissani, Elisa Gentile, Lorenzo Baronti, Alessia Zucconi, Omar Hussain, Kristela Xhafa, Lorenzo Chimenti. “Il Teatro può, e deve, far parte del curriculum formativo delle nuove generazioni – spiega il Prof. Rosselli - quale strumento pedagogico in grado di insegnare ai giovani competenze non solo scolastiche ma umane quali la creatività, la solidarietà, il confronto, la flessibilità, la consapevolezza di sé, la gestione di spazi, distanze, percezioni non solo fisiche, ma interiori: abilità che le arti sceniche possono, e devono, essere incluse in una scuola davvero buona. Il nostro copione, sviluppatosi attraverso un percorso graduale di vari mesi, è la risultante di un viaggio iniziato con la lettura, l'analisi e lo studio del testo di Josè Saramago “Il racconto dell'Isola sconosciuta”. Ciò a cui il pubblico assisterà è sia una dimostrazione che un percorso è stato affrontato da questi coraggiosi, creativi e consapevoli studenti con allegria, serietà ed impegno (carpendone degli strumenti attoriali di base), sia una riflessione legata ai temi trattati durante il laboratorio. Il pubblico è chiamato quindi a misurarsi, scena dopo scena fino all'epilogo, con un semplice ma profondo concetto: quanto riusciamo a vederla questa nostra vita, se non ci allontaniamo mai da essa? La risposta non è netta, non risiede nello spettacolo o nei suoi interpreti, ma c'è, da qualche parte esiste, magari sconosciuta, come l'isola che ognuno porta dentro, ma spesso non vede. Come la generosa capacità di questi adolescenti di mettersi in gioco, di aprirsi, di donare le loro emozioni, sensazioni, suggestioni, affinché sconosciute non siano più, ma note a noi adulti, quali brillanti isole interiori che ognuno di essi porta dentro e che sta a noi cercare, trovare, capire, spronare, sostenere”. Il programma della rassegna è consultabile su www.teatridipistoia.it. La biglietteria del Teatro Montand sarà aperta il giorno dello spettacolo dalle 15 alle 19 e dalle 20.30 (0572 954474).


Galleria Immagini

  • L'ISOLA SCONOSCIUTA


MONTECATINI PIù SICURA

Pubblicato il 23 maggio, 2016

MONTECATINI TERME - L’avvio dei lavori per il nuovo Commissariato di polizia rappresenta il principale investimento nell’ambito della sicurezza da parte della giunta (ben 1,6 milioni di euro). L’amministrazione cercherà di corredarlo con l’innalzamento a rango dirigenziale, che porterebbe ad un sensibile aumento della dotazione organica della Polizia di Stato a tutto vantaggio della sicurezza del territorio. Un Comune che costruisce un Commissariato di Polizia è un caso unico nell’intero panorama nazionale, senza dimenticare che i proventi dell’affitto saranno reinvestiti ulteriormente nella sicurezza. Nel bilancio del 2016 la programmazione prevede oltre 2,3 milioni di Euro investiti per finanziare gli interventi di polizia locale e amministrativa. Uno degli investimenti più importanti collegati a questo settore è l’installazione di nuovi 11 varchi che andranno ad aumentare il livello di controllo urbano, soprattutto a Montecatini Alto (dove saranno tre) e alla protezione della nuova piazza del popolo. A questo si aggiunge l’installazione di 3 sistemi di rilevazione semaforica dei passaggi con il rosso per un totale di 182 mila Euro. Il sistema della videosorveglianza comunale, avviato nel 2014 e voluto fortemente dall’amministrazione, sarà potenziato con l’installazione di nuove telecamere da programmare con le forze dell’ordine. È previsto il rafforzamento dell’organico della Polizia Municipale con un’unità a tempo indeterminato e 7 unità a tempo determinato nel periodo, come già annunciato nelle scorse settimane. Sul versante dei provvedimenti amministrativi va ricordato in primo luogo il nuovo regolamento sul decoro, che stabilizza le azioni di contrasto alla prostituzione fornendo un importante strumento alle forze dell'ordine: un regolamento di una trentina di pagine (già approvato all’unanimità in consiglio comunale) suddiviso in macro aree, come sicurezza urbana e pubblica incolumità, convivenza civile, igiene e pubblico decoro, pubblica quiete e tranquillità, disciplina mestieri e attività lavorative. A breve saranno inoltre portati in consiglio comunale degli indirizzi per Ordinanze di chiusura e limitazione degli orari delle attività incompatibili con la quiete e la salute pubblica.


Galleria Immagini

  • MONTECATINI PIù SICURA


STORIE DEL MAESTRO ATOMI

Pubblicato il 23 maggio, 2016

PISTOIA - Sesto appuntamento per la rassegna “La scuola in scena” che propone i lavori delle scuole medie superiori di Pistoia e provincia, frutto dei laboratori teatrali annuali e che anche quest’anno sta registrando un bel successo di pubblico. Mercoledì 25 maggio alle ore 21 al Piccolo Teatro Mauro Bolognini saliranno sul palco gli studenti-attori dell’Itis Fedi-Fermi con lo spettacolo Storie del maestro Atomi, liberamente tratto da Il maestro Atomi di Maurizio Salabelle, di cui le Prof.sse Marisa Salabelle e Malta Di Sario hanno curato riduzione e regia. Questi gli interpreti: Alessia Barbato, Leonardo Berti, Damiano Brunetti, Maryagata De Luca, Alexia Digilio, Federico Giovannelli, Daniele Lai, Giulio Masi, Giovanni Paganelli, Matteo Spataro. Oggetti di scena: Ing. Maurizio Nardi, costumi: Mirai Simoni e Prof.ssa Simonetta Melosi, collaboratore per la colonna sonora: Federico Silvestri. “Si tratta di un testo ambientato nel mondo della scuola” – spiegano le Prof.sse Di Sario e Salabelle – “sulla quale getta uno sguardo ironico, con una lettura fantastica e surreale. Il testo nasce dalla lettura di alcuni episodi del libro “Il maestro Atomi” di Maurizio Salabelle, condivisa con gli studenti, che hanno contribuito alla scelta dei brani e all'adattamento. La rielaborazione ha dato spazio ai dialoghi cercando di mantenersi il più possibile fedele allo spirito dell'opera originale, della quale sono stati accentuati gli spunti comici, già presenti nel testo. Per la realizzazione si è puntato molto sugli effetti scenografici, in modo da sottolineare gli aspetti surreali. Costumi e colonna sonora intendono suggerire un'ambientazione non strettamente attuale, una scuola eterna nei suoi riti e priva di contatto con la realtà”.


Galleria Immagini

  • STORIE DEL MAESTRO ATOMI


SCUOLE DI MUSICA IN CONCERTO

Pubblicato il 23 maggio, 2016

PISTOIA - Dopo la serata di apertura dello scorso 17 maggio a Prato, prosegue martedì 24 maggio (ore 21.30) nella sala concerti della Scuola “Mabellini” la seconda rassegna “Scuole di musica in concerto”, ideata da Alessandro Barneschi, docente presso la Mabellini e direttore artistico dell'Associazione "Amici dell'Opera", che vede protagonisti gli allievi di Prato, Lucca e Pistoia. Un'iniziativa che è un'ottima occasione di confronto e ascolto per i giovani talenti delle nostre scuole, oltre ad essere un'opportunità ugualmente importante per consolidare la tradizione di amicizia e dialogo fra le istituzioni toscane che si occupano di formazione musicale. La rassegna è patrocinata dall'AIdSM, Associazione italiana delle scuole di musica. Per la “Verdi” di Prato si potranno ascoltare il trio formato da Helghita Kodra (violino), Costanza De Maria (violoncello), Francesco Zanasi (pianoforte) ed inoltre il pianista Gabriele Orlando, rispettivamente delle classi dei professori Daniele Iannaccone, Filippo Burchietti e Cesare Castagnoli. Per la “Mabellini” si esibiranno le cantanti Angjela Ramaj, Benedetta Gaggioli (classe Prof.ssa Elena Bartolozzi) e la flautista Emma Longo (classe Prof. Riccardo Lippi). In programma musiche di Haydn, Brahms, Chaminade, Verdi, Gounod, Puccini, Schumann. Pianisti accompagnatori Anna Picchiarini e Manuel Gelli. Prossimo appuntamento il 26 maggio (ore 21.30) presso la Scuola Sinfonia di Lucca e il 30 maggio (ore 21.30) serata finale alla “Mabellini”. L'ingresso è libero fino ad esaurimento posti (info Scuola Mabellini 0573 371480 segreteria@mabellini.com)


Galleria Immagini

  • SCUOLE DI MUSICA IN CONCERTO


SPECIAL OLYMPICS SUCCESSO DELLA MANIFESTAZIONE

Pubblicato il 23 maggio, 2016

MONTECATINI TERME - Si è appena conclusa la giornata di giochi Special Olympics allo stadio Mariotti nell'ambito della European Football Week. Folta partecipazione delle scuole, che si sono "sfidate", sempre nello spirito dell'inclusione sociale e delle emozioni da regalare tramite lo sport ai ragazzi con disabilità intellettiva e relazionale. Poi, alle 11,30 è stata la volta della nazionale femminile delle parlamentari, schierata assieme agli assessori del territorio, che ha giocato in amichevole con una selezione dei ragazzi Special strappando sorrisi e dispensando buon umore...Una giornata di sole estivo ma soprattutto...Special per la quale vanno ringraziati tutti i partecipanti. Per la cronaca il torneo di calcio si è tenuto tra sei scuole della Valdinievole, con un centinaio di Atleti Special Olympics. Per le deputate, in campo l'onorevole di Pistoia Caterina Bini, Anna Ascani, Chiara Gribaudo che hanno indossato la casacca della nazionale, assieme alle "assessore" del territorio Helga Bracali, Lida Bettarini e Elena Sinimberghi. Si è trattato di una delle iniziative organizzate per sensibilizzare il territorio verso il tema della disabilità intellettiva, che nel 2018 accoglierà i Giochi Nazionali Estivi Special Olympics, il Comune di Montecatini sarà la cornice di un evento indimenticabile che ospiterà oltre 3.000 Atleti con e senza disabilità intellettiva.


Galleria Immagini

  • SPECIAL OLYMPICS SUCCESSO DELLA MANIFESTAZIONE
  • SPECIAL OLYMPICS SUCCESSO DELLA MANIFESTAZIONE
  • SPECIAL OLYMPICS SUCCESSO DELLA MANIFESTAZIONE
  • SPECIAL OLYMPICS SUCCESSO DELLA MANIFESTAZIONE
  • SPECIAL OLYMPICS SUCCESSO DELLA MANIFESTAZIONE
  • SPECIAL OLYMPICS SUCCESSO DELLA MANIFESTAZIONE


Pagina 1 di 6Primo   Precedente   [1]  2  3  4  5  6  Prossimo   Ultima