Mese Notizie - Quotidiano di Informazione sulla Valdinievole

Entries for febbraio 2016

LA SERIE C SOLARI SI ARRENDE 3-1 A VIAREGGIO

Pubblicato il 29 febbraio, 2016

MONSUMMANO TERME - Si ferma a due vittorie consecutive la striscia positiva della Serie C Solari della Pallavolo Monsummano. Le biancoblù si arrendono al PalaCardelli contro il forte Oasi Volley Viareggio, finisce 1-3 (parziali: 18-25, 19-25, 25-21, 22-25), una sconfitta che comunque non cambia molto la classifica del girone B, con Monsummano che resta 7° con 22 punti a pari merito con Capannoli, a quattro lunghezze di distanza dalla 5° piazza occupata dal Lucca Volley. La gara contro Viareggio, 4° forza del torneo, è combattuta e vibrante, con le ospiti che però tengono quasi sempre il pallino del gioco in mano. Nei primi due set capitan Grosso e compagne commettono troppi errori gratuiti per cercare di impensierire le avversarie, errori che invece diminuiscono nel terzo parziale, con le termali che così trovano entusiasmo e riescono ad accorciare il punteggio sul 2-1. Ma l'incedere del match è in favore delle viareggine, brave a sfruttare le disattenzioni delle locali nell'ultimo gioco, anch'esso molto equilibrato e alla fine conquistato dalle ospiti dopo un muro sbagliato delle biancoblù.


Galleria Immagini

  • LA SERIE C SOLARI SI ARRENDE 3-1 A VIAREGGIO



PONTE BUGGIANESE - Ecco, in breve qual è la proposta di unioni dei comuni della valdinievole. Lo spiega Pier Luigi Galligani (Presidente della Conferenza dei Sindaci della Valdinievole): "La proposta - dice il sindaco di Ponte - di attivare in Valdinievole una “Unione dei Comuni” nasce dall’esigenza di attuare orientamenti chiari e definiti sull’assetto istituzionale degli Enti locali. Il progressivo superamento delle Province e la necessità di sviluppare sempre maggiore punti di sinergia tra i Comuni dell’area per l’esercizio delle funzioni e per aumentare la qualità dei servizi ai cittadini rende fondamentale l’adozione di questo strumento che veda coinvolti tutti gli undici Comuni della Valdinievole, anche per far sentire in modo univoco la voce del territorio verso gli altri livelli istituzionali. L’attivazione dell’Unione dei Comuni, che ha l’obiettivo di efficientare lo svolgimento di funzioni strategiche non residuali, non contrasta con ulteriori scelte di integrazione che ciascun Comune ritiene necessario adottare, dalla gestione associata di ulteriori funzioni rispetto a quelle proprie dell’Unione fino ad arrivare alla fusione di due o più Comuni. La proposta di Unione nasce a seguito di un dibattito che si è svolto sul territorio ove sono emerse le posizioni più disparate e che ha visto un costante confronto tra vari Esponenti istituzionali e politici sull’argomento. Tale proposta non può che far riferimento, quale esempio positivo, alla “Società della Salute della Valdinievole” attiva e funzionante per la gestione dei servizi sociali, socio-assistenziali e socio-sanitari, che vede attivamente coinvolti tutti i Comuni, con l’integrazione dell’Azienda sanitaria. La Conferenza dei Sindaci della Valdinievole, in una seduta svoltasi lo scorso 18 dicembre a Ponte Buggianese, ha fissato un percorso, che è stato subito attivato, che vede come primo passo la proposta di Statuto, che sarà sottoposta al confronto all’interno della Conferenza stessa e, più che altro, al confronto nei vari Comuni per addivenire alla deliberazione dei Consigli Comunali. I tempi che la Conferenza si è data è quello di svolgere questo iter fra i mesi di febbraio e marzo 2016. Le funzioni che l’Unione potrà esercitare, in luogo e per conto dei Comuni, contenute nella proposta di Statuto sono di seguito indicate:
a) Attività, in ambito comunale, di pianificazione di Protezione Civile e di coordinamento dei primi soccorsi, compiutamente secondo la disciplina regionale;
b) Pianificazione territoriale di livello sovra comunale, nei termini di cui alla L.R. 65/2014;
c) sportello unico per le attività produttive;
d) Turismo;
e) Programmazione delle attività educative integrate di zona e attività afferenti alla Conferenza Zonale dell’istruzione, di cui alla legge regionale 32 del 2002 e successive modificazione ed integrazioni.
Inoltre’Unione potrà esercitare tutte le funzioni che la legge stabilirà di gestire tramite Unione di Comuni.
L'Unione può esercitare anche altre funzioni e servizi di competenza comunale o anche per parte di essi, attraverso la loro attivazione in modo progressivo.
Le finalità generali, contenute nella bozza di Statuto, che l’Unione si propone di perseguire sono:
a) promuove e definisce gli obiettivi per la progressiva integrazione fra i Comuni che la costituiscono, al fine di garantire una gestione efficiente, efficace ed economica dei servizi nell’intero territorio; costituisce, pertanto, l’Ente di riferimento responsabile dell’esercizio associato di funzioni e servizi comunali;
b) costituisce Ente di riferimento per il decentramento delle funzioni amministrative della Regione e della Provincia;
c) partecipa alla definizione delle politiche pubbliche attivate nel territorio al fine di migliorare la qualità della vita dei cittadini dell’Unione;
d) cura gli interessi dei Comuni che la costituiscono e li rappresenta nell’esercizio dei compiti da essi affidati; partecipa alla salvaguardia dei territori compresi nel proprio ambito al fine di garantire l’armonico sviluppo socio-economico ed omogenee condizioni delle popolazioni ivi residenti;
e) può esercitare, ai sensi dell’art. 32 – comma 1 - del D. Lgs 267/2000 e s. m. e i., promuove, favorisce e coordina le iniziative pubbliche e private rivolte alla valorizzazione economica, sociale, ambientale e turistica del proprio territorio, curando unitariamente gli interessi delle popolazioni locali nel rispetto delle caratteristiche culturali e sociali ed al fine di promuovere la loro integrazione;
f) promuove lo sviluppo ed il progresso civile dei suoi cittadini garantendo la partecipazione delle popolazioni locali alle scelte politiche ed all'attività amministrativa;
g) sostiene, attraverso opportuni incentivi, le iniziative di natura economica idonee alla valorizzazione di ogni tipo di risorsa attuale e potenziale;
h) favorisce l'introduzione di modalità organizzative e tecnico-gestionali atte a garantire livelli quantitativi e qualitativi di servizi omogenei nei comuni membri, nonché forme associative di gestione di funzioni e di servizi di competenza comunale;
i) promuove attività di programmazione e di tutela ambientale e favorisce la valorizzazione dei beni paesaggistici, naturalistici e culturali;
j) fornisce alle popolazioni residenti nella zona, riconoscendo alle stesse funzioni di servizio che svolgono a presidio del territorio, gli strumenti necessari e idonei a superare le condizioni di disagio derivanti dall'ambiente montano e dalla marginalità territoriale;
k) favorisce la preparazione culturale e professionale della popolazione in relazione alle peculiari vocazioni territoriali;
l) si impegna ad assicurare le condizioni di pari opportunità tra uomo e donna, ai sensi della vigente normativa;
m) sostiene il pieno inserimento sociale di tutti i soggetti svantaggiati o che sono in condizioni di disagio sociale, riconoscendo in particolare nella diversità tra le persone ed i sessi un valore capace di produrre un effettivo rinnovamento nella organizzazione sociale;
n) valorizza e tutela tutte le riserve naturali e le risorse storiche, archeologiche e tradizionali;
o) realizza opere pubbliche, infrastrutture relative ai servizi civici e produttivi e di salvaguardia territoriale in funzione del conseguimento di migliori condizioni di abitabilità e di un adeguato sviluppo economico;
p) rappresenta il livello istituzionale funzionale ed adeguato all’esercizio delle funzioni ai sensi della vigente normativa;
q) promuove azioni di valorizzazione dell’identità territoriale, culturale e di conservazione della memoria storica;
r) promuove accordi di collaborazione con Enti e Uffici Pubblici operanti sul territorio in funzione di realizzare sinergie operative tendenti a razionalizzare l'uso delle risorse e favorire il benessere sociale delle popolazioni".


Galleria Immagini

  • UNIONE DEI COMUNI SE NE PARLA OGGI A PONTE BUGGIANESE


MONTECATINI VUOLE LA SOPRAELEVATA

Pubblicato il 28 febbraio, 2016

MONTECATINI TERME - Nei locali della Misericordia di Montecatini, si è recentemente tenuta la prima riunione di cittadini con l’intento dichiarato di costituire un comitato a favore dell’ipotesi di sopraelevazione della ferrovia e fermamente contrario a quella di sottopassi ferroviari fin o ad oggi prospettato, da RFI e da alcuni esponenti politici, come unica soluzione possibile. La chiusura dei passaggi a livello montecatinesi di via Tripoli, via del Salsero e via Marruota non dovrà essere un ostacolo alla riunione della zona nord con il così detto “sottoverga” ma, al contrario, dovrà essere finalmente il momento di unione di tutta la città. Cosa che può avvenire solo con la sopraelevazione dei binari e la conseguente permeabilità a livello del terreno tra le due zone. Si tratta di un’opera di grande valore ed interesse che influirà sulla città per decine e forse centinaia di anni e per questo i cittadini montecatinesi intendono far sentire la loro voce. Ad illustrare il proprio progetto di sopraelevazione (e di viabilità collegata) è stato invitato l’architetto Roberto Cianciosi che, da anni, ha realizzato e studiato in ogni particolare la progettazione dell’opera. Tra i presenti alla serata i consiglieri comunali Massimo Morini, capogruppo della lista Montecatinesì e Pietro Rosellini e Siliana Biagini, ambedue del PD termale. Presenti anche il sindaco ed il vicesindaco di Pieve a Nievole, Gilda Diolaiuti e Salvatore Parrillo.


Galleria Immagini

  • MONTECATINI VUOLE LA SOPRAELEVATA
  • MONTECATINI VUOLE LA SOPRAELEVATA



MONTECATINI TERME - Riparte con un nuovo slancio e nuove iniziative il consiglio di Confcommercio di Montecatini composto da Simone Bartolini – Bartolini Calzature, Lorenzo Bertelloni - Ristorante da Lorenzo, Enrico Ciardi – Belmonte, Moreno Degli Esposti – Bar Pizzeria Cibus, Alessandro Giuntoli del Ristorante WOW di Montecatini Alto, Ilaria Petrocchi – Negozio Lo Scorpione, Claudio Ranieri – Agenzia Ambra pratiche automobilistiche, Sandro Verdiani – Abbigliamento Girardengo. Proposte, idee e forza di volontà sono i principi sui quali si fonda l’azione del gruppo che, da poco insediato, si è già riunito per affrontare le tematiche di maggior rilievo che interessano la città. Ma sentiamo, dal nuovo presidente quali sono le sue sensazioni ed i programmi futuri. Presidente che pensa della sua nomina e quali progetti ha? “Voglio innanzitutto ringraziare i miei colleghi per la fiducia riposta nei miei confronti e rivolgo un particolare riconoscimento al presidente uscente Renzo Bertini e a tutto il consiglio – dichiara Nicola Pieri, neo-eletto presidente della delegazione di Montecatini Terme – che negli ultimi anni hanno seguito da vicino le dinamiche del commercio e del territorio di Montecatini Terme. Il nostro intento è quello di essere propositivi, e non negativi, riguardo alle tematiche di principale interesse, in modo da poter avanzare spunti e muovere azioni a favore del tessuto commerciare locale”. Quindi la vostra opera avrà carattere positivo e propositivo? “Si l’auspicio è di rappresentare con la nostra azione uno stimolo per il commercio e per l’intera città. A questo proposito riteniamo assolutamente necessario creare una collaborazione costruttiva con l’amministrazione comunale per lavorare insieme sui temi caldi che coinvolgono il tessuto economico e commerciale del territorio”. Più precisamente a quali temi pensate? “Primo fra questi temi è senza ombra di dubbio il raddoppio ferroviario che coinvolgerà la tratta Firenze – Lucca. L’inizio dei cantieri porterà quasi certamente ad una divisione in due della città con ripercussioni enormi dal punto di vista sociale ma anche e soprattutto dal punto di vista economico per le attività produttive presenti sul territorio. Proprio per l’importanza e la complessità del tema, proponiamo la costituzione di un tavolo di lavoro finalizzato al monitoraggio della situazione, in modo da potersi mantenere costantemente informati e poter adottare di conseguenza le decisioni più opportune per il futuro delle attività e del territorio”. Avete in mente altre azioni? “Allo stesso tempo, la delegazione si impegnerà nel sollecitare e proporre interventi urgenti e mirati sul decoro urbano e l’illuminazione, sulla legalità e sull’abusivismo commerciale: tutti aspetti presenti sull’area con conseguenze particolarmente negative sull’economia delle piccole imprese”. Cosa chiedete, in merito all’amministrazione? “Proprio contro il diffondersi dei fenomeni di abusivismo commerciale chiediamo la messa in atto di interventi urgenti e risolutivi che possano liberare le imprese da una piaga che coinvolge tutta la città. A tale proposito voglio sottolineare che quanto descritto ha riflessi negativi oltre che direttamente sul commercio di vicinato, già di per sé in grande difficoltà per la crisi che sta attanagliando il nostro Paese, anche e soprattutto sull’immagine di Montecatini Terme, città da sempre prevalentemente turistica”. In questo momento c’è un grosso problema a Montecatini: le Terme. Voi cosa ne pensate? “Di fondamentale importanza è, senza ombra di dubbio, anche la questione delle terme. In questo senso è importante unire le forze con le diverse realtà cittadine e predisporre un piano industriale concreto volto al rilancio ed alla promozione di un settore che sta soffrendo ma che rappresenta sempre un grande potenziale per Montecatini”. Pensa che ci voglia, per rilanciare Montecatini un piano industriale serio? “Sinceramente credo che proprio la mancanza di un piano industriale o comunque di un progetto concreto con reali prospettive future potrebbe, in passato, aver fatto perdere occasioni importanti”. Ma lei ha fiducia nella rinascita di Montecatini? “A nome di tutta la delegazione posso affermare che crediamo molto nelle potenzialità di sviluppo e di crescita di Montecatini Terme, una città che da sempre raccoglie apprezzamenti da chi sceglie di visitarla e proprio per questo dobbiamo tutti impegnarci per fare di più e meglio. Noi di Confcommercio vogliamo dare il nostro contributo, fin da subito, a questo processo di crescita”.


Galleria Immagini

  • RINNOVATA LA DELEGAZIONE TERRITORIALE DI CONFCOMMERCIO


GRANDI PUGILI A MONTECATINI

Pubblicato il 28 febbraio, 2016

MONTECATINI TERME – Nonostante non sia affatto facile allenare e far crescere buoni pugili a Montecatini Terme pare che la cosa sia piuttosto semplice. Merito della passione e dell’impegno di tanti ma in particolare dell’ex campione europeo Piero Morello il quale continua a tenere altra una tradizione pugilistica di grande valore allenando diversi giovani. Questi ragazzi, con modestia ed impegno, ma anche con un duro lavoro in palestra, stanno veramente facendo faville. Portano a casa ottimi risultati per la Pugilistica Montecatini e ripagano chi lavora con loro dei sacrifici fatti. Tanto per citare uno di questi valenti pugili non si può non ricordare Ferdinando Mosca, tra l’altro vincitore del torneo “NEPI”, che, sebbene ancora un po’ sofferente per un infortunio alla spalla in una recente riunione a Massa Carrara ha dominato il suo avversario Bruno Martins della pugilistica Cascianese e lo ha battuto nettamente ai punti. Nonostante rendesse all’avversario diversi centimetri, il che vuol dire che Martins poteva contare su un allungo migliore per tenere a distanza l’atleta termale, Ferdinando Mosca non si è fatto intimidire, anzi fin dal primo gong non ha dato tregua all’avversario per tutte e tre le riprese del match. Ha così trionfato mettendo in mostra le proprie doti di pugile ma anche l’ottimo lavoro svolto in palestra sotto la guida attenta di Piero Morello. Ma la Pugilistica Montecatini non è solo gare ed atleti che puntano in alto, è anche scuola di vita. La frequentano molti bambini per i quali questa è una preziosa esperienza formativa perché i giovani riescono ad acquistare fiducia in loro stessi e contemporaneamente rispetto per gli altri. Insomma la nobile arte è sempre stata e resta tutt’ora, più attuale che mai, una palestra per lo spirito oltre che per il corpo. Forse sarebbe utile venisse incentivata un po’ di più, anche a livello scolastico, di quanto non viene fatto adesso.


Galleria Immagini

  • GRANDI PUGILI A MONTECATINI
  • GRANDI PUGILI A MONTECATINI
  • GRANDI PUGILI A MONTECATINI
  • GRANDI PUGILI A MONTECATINI
  • GRANDI PUGILI A MONTECATINI
  • GRANDI PUGILI A MONTECATINI
  • GRANDI PUGILI A MONTECATINI



MASSA A COZZILE - Il Centro consulenza familiare di Massa e Cozzile in collaborazione con la Scuola calcio Montecatinimurialdo G.S.D. ha organizzato un importante incontro dal titolo “Educare per crescere”. L’incontro, rivolto a tutti coloro che, nei diversi ruoli ed ambiti, sono a contatto con i giovani calciatori, ha visto la partecipazione come relatrici della dottoressa Reboledo Lourdes-psicologa e dottoressa Lenzi Mariagiulia-avvocato, esperte del Centro consulenza familiare. Durante la serata si è parlato di diritti e doveri degli atleti, dell’importanza del gioco come strumento per una crescita responsabile e autonoma oltre che occasione di divertimento, si è parlato di doveri degli adulti, delle famiglie e degli allenatori, dell'importanza della condivisione e della fiducia tra società, allenatori e famiglie, della responsabilità morale dunque ma anche legale partendo da una sentenza della Cassazione. Un incontro molto partecipato, che ha coinvolto direttamente e nel concreto tutti i presenti: società, allenatori, famiglie. Il Centro consulenza familiare, con sede a Margine Coperta, è stato fondato da psicologi e avvocati ed offre un servizio di orientamento per le famiglie, dato da una rete di professionisti (psicologi, avvocati, medici....) che lavorano in rete con i servizi presenti sul territorio. Si occupa di famiglie e persone che devono affrontare vari problemi: separazione/divorzio, crisi familiari, adolescenze difficili, nuove tipologie familiari (coppie omosessuali, adozioni), ma anche mobbing, problemi sul lavoro, necessità di orientarsi per scelte lavorative o di formazione; organizzano eventi ed incontri tematici, nell'ottica di una visione globale, sistemica, relazionale e di lavoro di rete. Per maggiori informazioni: 3349728281 – 3284551328, ccfamiliare@gmail.com.


Galleria Immagini

  • CENTRO CONSULENZA FAMILIARE E SCUOLA CALCIO MONTECATINI MURIALDO INSIEME PER “EDUCARE A CRESCERE”



MONSUMMANO - Vincere per continuare a risalire una classifica che si è fatta interessante. E' questo l'imperativo della Serie C Solari della Pallavolo Monsummano, che ha ritrovato fiducia ed entusiasmo dopo le due vittorie consecutive ottenute in casa contro Peccioli e sul parquet di Capannoli. Stasera sera (sabato 27 febbraio, fischio d'inizio ore 21,15) al palazzetto dello sport di piazza Pertini arriva l'Oasi Volley Viareggio, squadra 4° in classifica con quattro punti in più delle biancoblù. Si tratta di un vero e proprio scontro diretto in chiave play-off, che ora non sono più irraggiungibili per capitan Grosso e compagne, che hanno la possibilità di superare in graduatoria il Cus Pisa Volley, impegnato in casa della forte Pallavolo Certaldo. Per questo importante match head coach Andrea Lami e l'assistent coach Eleonora Arfaioli non hanno però tutto il roster a disposizione: non sono infatti disponibili per acciacchi vari Diletta Pellegrini e Giada Sorini.


Galleria Immagini

  • LA SERIE C SOLARI CERCA LA TERZA VITTORIA DI FILA CONTRO VIAREGGIO



Ho appreso dai giornali della conferenza stampa sul IV Trimestre del 2015, tenutasi in Provincia di Pistoia. La stessa conferenza stampa fu tenuta l’anno scorso la Provincia la volle tenere proprio a Montecatini Terme,all’ex apt, in virtù per il risultato straordinario del +30% dello scorso anno nello stesso quadrante). I dati che riguardano Montecatini Terme mi vedono sostanzialmente in disaccordo sulla lettura complessiva per quanto riguarda l’Italia: in sede di conferenza stampa di chiusura Della città del natale,organizzata dal Comitato della Città del Natale, io stessa ipotizzai un calo del 12% complessivo sulle presenze, individuando questo come un target assolutamente positivo, in considerazione dell’ apertura di un duplicato a Roma dell’attrazione principale, e soprattutto in considerazione delle problematiche legate al 7 dicembre 2014, quando Montecatini Terme è andata su tutti i telegiornali a causa del sovraffollamento eccessivo che tutti ricordano, e che ebbe strascichi per un anno. Con molti degli operatori sin dall’inizio avevamo ipotizzato una chiusura a -15% dalla quale risalire nel corso di un biennio con qualità e proposte diversificate, e ci era sembrato un risultato assolutamente positivo. Per questo motivo a differenza dello scorso anno le attrazioni sono state messe a numero chiuso, sono stati introdotti i massimi ingressi possibili, proprio perché abbiamo lavorato sulla qualità richiesta,se non imposta, a tutti gli operatori privati, attraverso un coordinamento al limite dell’ossessivo: il -10% di arrivi, ma uno straordinario -5% di presenze ci parla di un lavoro qualitativamente corretto e di fatturati complessivi consolidati. Nessun sovraffollamento (seppure qualcuno lo ha incredibilmente rimpianto), nessun esposto, nessuna lamentela, nessun bambino in lacrime, con ponti e tempi forti comunque particolarmente affollati, altrimenti un dato STRAORDINARIO del genere non si sarebbe raggiunto. Mi preme ricordare che siamo ad un -5% di presenze su in +30% dello scorso anno: i crolli di presenze mi paiono altri. Condivisibile ma del tutto attesa la lettura sugli stranieri, che registra un aumento sia degli arrivi (+4,1%) sia delle presenze (+3,4%). Difendo il risultato insieme alle categorie come atteso e anzi, in parte migliore nelle aspettative, in particolar modo sulle presenze: partendo dal +30% sproporzionato ( dello scorso anno abbiamo avuto quest’anno meno arrivi ma dei soggiorni mediamente più lunghi e più “goduti” sul territorio dal punto di vista dei consumi, come mostrano i primi dati sui consumi del quadrante, quindi soggiorni qualitativamente migliori. Oltretutto da premiare la capacità delle categorie di shiftare il target cui rivolgersi verso il nord/nord est per evitare danni, e il +30 tra lombardia e veneto dimostra la capacità dei nostri imprenditori di lavorare e reagire bene e insieme. Saranno interessanti poi i dati per settimana, che mostreranno molta più gente nelle due settimane del Natale: sono confortata in questa mia previsione dai primi due trimestri delle Terme, che mostrano una crescita assolutamente sensibile in tutti i comparti, risultato di tutti gli sforzi messi in campo congiuntamente tra Terme, categorie e Comune. Comune, che in teoria non dovrebbe nemmeno occuparsi della promozione, da qualche anno in capo proprio alla Provincia, ente che tuttavia nell’ultimo decennio ha ridotto, se non azzerato la propria attività e quindi capacità di promozione per mancanza di risorse: l’assenza di promozione ha un’onda lunga negativa come risultati, ovvero quando è assente si fa sentire dopo anni. In effetti la normativa introdotta dalla regione prevede il superamento di questo filtro ormai privo di fondi, seppure pieno di competenze, a beneficio di un riassestamento generale della funzione e di una ripartenza della promozione. L’edizione 2016/17 della Città del Natale sarà indubbiamente ancora più positiva, andando nella direzione del consolidamento di quel meraviglioso ma insostenibile +30% dello scorso anno, per molti, moltissimi anni.


Galleria Immagini

  • L'ASSESSORE DE PAOLA DICE LA SUA SULLA CITTà DEL NATALE


DONNE MAL DETTE E NASCOSTE...........

Pubblicato il 27 febbraio, 2016

Sabato 5 marzo alle ore 16 -presso la Biblioteca San Giorgio a Pistoia si svolgerà l'evento segnalato (DONNE MAL DETTE E NASCOSTE nel territorio e nelle strade italiane),organizzato dalla sez. soci Coop di Pistoia e dall'associazione Toponomastica femminile.


Galleria Immagini

  • DONNE MAL DETTE E NASCOSTE...........


I SINDACI SCRIVONO AL PREFETTO

Pubblicato il 25 febbraio, 2016

LAMPORECCHIO - Negli ultimi mesi nei Comuni di Vinci, Cerreto Guidi, Lamporecchio e Larciano si sono intensificati i furti e i danneggiamenti subiti da abitazioni private o strutture pubbliche di primaria rilevanza sociale, soprattutto in alcuni plessi scolastici del territorio. A seguito di questi preoccupanti episodi, i sindaci dei Comuni di Vinci, Cerreto Guidi, Lamporecchio e Larciano hanno congiuntamente deciso di mobilitarsi, scrivendo al Prefetto una lettera nella quale, esprimono la propria preoccupazione sui fatti accaduti e comunicano le azioni in programma con lo scopo dei reprimere tali fatti quali l’installazione di impianti di allarme e videosorveglianza nei plessi scolastici ed edifici pubblici. I Sindaci inoltre hanno formulato una richiesta affinché il Prefetto valuti la possibilità programmare azioni che prevedano a contrastare in chiave preventiva i fenomeni di criminalità e a valutare l’opportuna istituzione di un tavolo tecnico-politico interterritoriale con il fine di pianificare congiuntamente le azioni da impiegare sui territori a contrasto di tale fatti. Il Sindaco di Lamporecchio, Alessio Torrigiani “Abbiamo ritenuto opportuno convocare un incontro con i Sindaci degli altri Comuni limitrofi con lo scopo di confrontarsi sul tema della sicurezza e pianificare congiuntamente le possibili azioni da impiegare a contrasto di tale eventi criminosi, non essendo ormai fatti isolati e limitati al solo nostro territorio di Lamporecchio, avvenimenti sì di bassa criminalità ma che hanno creato sgomento tra i nostri cittadini”


Galleria Immagini

  • I SINDACI SCRIVONO AL PREFETTO


Pagina 1 di 8Primo   Precedente   [1]  2  3  4  5  6  7  8  Prossimo   Ultima