Mese Notizie - Quotidiano di Informazione sulla Valdinievole

Entries for giugno 2016


VALDINIEVOLE - Quattro giorni di rara intensità nelle otto palestre impegnate, le due del Palavinci, le due di Massa Cozzile, Ponte Buggianese, Pieve, Chiesina e Altopascio: un'organizzazione impeccabile da parte della Uisp di Pistoia e del coordinamento nazionale di basket per le finali nazionali andate in scena da giovedì a domenica. Tre formazioni della Valdinievole sono arrivate alle finali nazionali, una sola, il Racing Montecatini ha portato alla fine a casa il trofeo, la Coppa Italia, superando in una finale nervosa l'Estudiantes Borgo a Buggiano (56-43) nel derby deciso dalle giocate di un ottimo Osvaldo Filippi, acquistato per l'occasione dai biancoblù, giocatore che ha fatto la differenza. Complimenti al Racing, agli sconfitti borghigiani (comunque vincitori in Coppa Toscana), vincitori in semifinale rispettivamente su Wild Cats Pesaro e Dai e Vai Trieste, ma complimenti anche a Pieve a Nievole, che partita da ripescata, ha sfiorato l'impresa nella finale nazionale contro il Canaletto La Spezia. La partita più attesa della domenica, tiratissima e dai punteggi bassi, si è conclusa 42-40 a Ponte Buggianese con l'ultimo tentativo della disperazione della Pieve sbattuto sul ferro un paio di volte: gioia per gli spezzini, arrivati all'appuntamento conclusivo senza lo squalificato Ciuffardi (quattro giornate dopo la rissa in semifinale contro Sbrindella Udine), mentre Pieve, stanca per la lunghissima semifinale, ha dovuto rinunciare al top scorer Paolini, appiedato dal giudice sportivo per due turni dopo l'espulsione in semifinale contro Sesto Calende, match vinto dopo due supplementari. Forse deludente il quinto posto per gli Augies, subito fuori dalla corsa scudetto proprio per mano dei varesini di Sesto Calende, che con ritmo e agonismo ha vinto il quarto di finale per 73-58: i campioni regionali e provinciali hanno chiuso vincendo ieri mattina con Pesaro la finalina di consolazione (76-61). Nella rassegna Over 40 ha trionfato la squadra campana de Gli Amici di Bob Marigliano, dove gioca Larry Middleton, un campione anche a 51 anni, mattatore anche in finale contro Dai e Vai Trieste (47-38). Endas Pistoia, subito fuori per mano di Udine nei quarti di finale, ha vinto invece il torneo di consolazione Zorzi, 61-57 in finale contro Ardita Gorizia. Nel femminile meritata affermazione del Gentilmente Le Mura Lucca, che ha vinto il titolo amatori femminile, nel gironcino a tre con Bresso e Virtus Melito. Una manifestazione condizionata purtroppo dalla tragedia della morte della figlia di una giocatrice di Udine, annegata in spiaggia a soli 5 anni, vicino Teramo, proprio il giorno prima l'inizio delle partite. Per questo motivo la Uisp ha deciso di iniziare tutte le oltre 50 partite con un doveroso minuto di raccoglimento.


Galleria Immagini

  • FINALI NAZIONALI BASKET UISP, PIEVE PERDE IN FINALE, IL RACING VINCE LA COPPA ITALIA



PISTOIA - Giovedì 30 giugno ore 21.30 approda a Pistoia il viaggio di un artista e perfomer carismatico come Giovanni Lindo Ferretti, per l'appuntamento che conclude la rassegna Teatri di Confine, organizzata da Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Associazione Teatrale Pistoiese, che anche quest'anno si è confermata un appuntamento capace di intercettare, con proposte di qualità, l'nteresse e la curiosità di un pubblico eterogeneo e transgenerazionale. Ad ospitare il concerto, prodotto da Sergio delle Cese/No Music, sarà la cinquecentesca Fortezza Santa Barbara, uno dei monumenti più rappresentativi di Pistoia, che quest'anno, dopo un lungo periodo di chiusura, torna finalmente ad ospitare spettacoli dal vivo. Accompagnato dai suoi fedeli compagni di viaggio Ezio Bonicelli (chitarra elettrica, violino) e Luca A. Rossi (basso, chitarra elettrica, batteria elettronica), entrambi ex componenti degli Ustmamò, Giovanni Lindo Ferretti torna con A CUOR CONTENTO a raccontarsi sui palchi di club e festival con le canzoni del suo repertorio da solista e quelle dei CCCP Fedeli alla Linea e C.S.I. in una nuova, e fedele allo stesso tempo, veste elettrica. Tra le presenze a Pistoia dell'artista emiliano, ricordiamo: al Teatro Manzoni, nel 1996, assieme ai CSI con il tour “Linea Gotica” e, nel 2005, con “INIZIALI: BCGLF”, con lo spettacolo firmato a quattro mani con Giorgio Barberio Corsetti. In caso di pioggia lo spettacolo si terrà al Teatro Manzoni di Pistoia. Biglietto 15,00 euro Prevendita: Biglietteria Teatro Manzoni 0573 991609 – 27112
on line su www.teatridipistoia.it e www.boxol.it Info
Associazione Teatrale Pistoiese Centro di Produzione Teatrale
Corso Gramsci 127 – Pistoia Tel. 0573 991609 – teatridipistoia.it

Fondazione Toscana Spettacolo onlus
Via Santa Reparata 10/A – Firenze tel. 055 219851 – toscanaspettacolo.it


Galleria Immagini

  • TEATRI DI CONFINE PISTOIA 2016 FORTEZZA SANTA BARBARA GIOVEDÌ 30 GIUGNO ORE 21.30



LARCIANO - Si è concluso il corso di primo soccorso che ha consentito ad alcune guide e collaboratori del Centro di Ricerca del Padule di Fucecchio di acquisire la relativa certificazione ai sensi della legge 81/2008 e D.M. 388/2003 (in materia di primo soccorso nei luoghi di lavoro). Questa associazione desidera esprimere un sincero ringraziamento all’infermiera Cosetta Pucci e al medico Leonardo Magnani, operatori del 118, per aver offerto gratuitamente la loro professionalità, motivando questa scelta con il proposito di sostenere chi lavora concretamente a favore dell’ambiente. Uno dei punti di forza del Centro è costituito dall’apporto di molte persone che, a vario titolo e in varie forme, hanno generosamente contribuito a far sì che l’associazione potesse continuare a tenere in essere tutte le sue attività, con i suoi consueti standard di qualità.


Galleria Immagini

  • CORSO DI PRIMO SOCCORSO PER GLI OPERATORI DEL CENTRO RDP PADULE DI FUCECCHIO


LA ROTONDA NON SI DEVE FARE!

Pubblicato il 26 giugno, 2016

PONTE BUGGIANESE – Un Pier Luigi Galligani giustamente preoccupato ed infervorato ha tenuto una conferenza stampa per far sapere l’assurdità di quanto sta accadendo riguardo la costruzione della rotonda che avrebbe dovuto mettere definitivamente in sicurezza il tratto della Camporcioni che attraversa le frazioni di Albinatico e Casabianca. Un iter che ha preso il via nel 2008, quando si insediò la prima giunta guidata dall’attuale primo cittadino. Allora fu deciso di costruire una rotatoria in una posizione strategica tra via Ponticello del Vescovo e via Pescia Nuova. Così facendo si sarebbe messo in sicurezza anche l’incrocio (grazie all’obbligo di svolta a destra per chi lo impegna da Albinatico) con la via Colligiana. Capofila del progetto dell’importo di 400.000 euro, approvato nel 2011, la Provincia, dato che la strada era ed è tuttora (questo il problema burocratico) provinciale. Ebbene mentre il Comune ha accantonato subito, a suo tempo, la sua quota parte 120.000 euro e la Regione ha fatto altrettanto, stanziando 160.000 euro, la Provincia, prima ha chiesto al Comune di aumentare la sua quota in quanto lei non poteva stanziare i 120.000 euro rimanenti. Così la spesa per Ponte Buggianese è arrivata a 140.000 euro contro i 100.000 che avrebbe dovuto mettere l’organo provinciale. Poi, complici le trasformazioni amministrative sopraggiunte, ovvero la scelta politica di abolire le province trasformandole in enti (lo dimostra questa vicenda) assolutamente inutili e d’intralcio, non ha potuto stanziare neanche un euro della sua quota parte. Morale della favola per dare il via al progetto mancano 100.000 euro tondi, che nessuno degli attori in gioco può o vuole mettere. Il Comune non li ha, la Provincia non può tirarli fuori e la Regione non ci pensa nemmeno ad investire altri soldi su una strada provinciale. Ed ora è arrivata la beffa, la Regione comunica a Comune e Provincia che, siccome sono decorsi i tempi per investire il denaro ha dato il via al “procedimento di revoca del contributo straordinario di euro 160.000 assegnato alla provincia di Pistoia per la realizzazione di una rotatoria sulla SP26 Camporcioni”. Tanta l’amarezza per quello che sembra l’epilogo della vicenda. La rotatoria non si farà ed il comune di Ponte Buggianese ha tenuto e dovrà tenere, ancora per molto, fermi un bel po’ di soldi che potevano essere destinati ad altro. “Da tre anni – dice Galligani - il comune ha messo i 140.000 euro lì fermi, vincolati e impegnati. Li potremo svincolare e quindi utilizzare solo nel 2017. Questo perché andranno in avanzo di bilancio e saranno utilizzabili solo dopo il 30 aprile 2017. In pratica dopo l’approvazione del consuntivo”. Ma c’è di più questa vicenda ha inciso, negativamente pure sull’urbanistica. “Nel frattempo - sottolinea il primo cittadino - avevamo anche fatto la variante urbanistica sulla base del progetto preliminare. La Provincia però è stata impossibilitata a contribuire”. Una soluzione alla vicenda potrebbe essere quella di trasformare la Camporcioni in strada regionale e quindi poter accedere a maggiori finanziamenti da parte della regione. Anche perché la strada ha certamente una valenza strategica assoluta in Valdinievole e, vista la sua importanza, non si comprende perché sia soltanto provinciale, mentre ad esempio, la SR 435 e la SR 436, cioè la via Lucchese e la via Francesca, sono regionali. Strade quest’ultime che ormai, visto quanto sono densamente abitate, potrebbero essere considerate comunali. L’altra soluzione potrebbe essere quella di attrarre investimenti privati, ma non è di certo una cosa semplice da fare e non può avvenire in tempi brevi. La Regione dovrebbe comunque concedere una robusta proroga temporale prima di revocare i suoi finanziamenti. Insomma tutto pare ormai perduto, la rotonda non si farà, l’unico ancora deciso a battersi in proposito per il progetto, che metterebbe in sicurezza una delle strade più pericolose della provincia, resta il sindaco Galligani il quale ha annunciato che scriverà anche al presidente del Consiglio Matteo Renzi pur di riuscire nel suo intento.
Vito Genna


Galleria Immagini

  • LA ROTONDA NON SI DEVE FARE!
  • LA ROTONDA NON SI DEVE FARE!
  • LA ROTONDA NON SI DEVE FARE!
  • LA ROTONDA NON SI DEVE FARE!



MONTECATINI TERME - Appuntamento in stile Belle Époque per gli appassionati di Instagram, invitati a presentarsi in abiti stile anni ‘20 – Per vedere le fotografie in tempo reale basta seguire lo hashtag #ippodromosesana100. MONTECATINI TERME – E’ tutto pronto per l’Instameet di domani, sabato 25 giugno, all’ippodromo Sesana di Montecatini Terme: per la prima volta l’impianto ospiterà un incontro tra appassionati di Instagram – gli Instagramer – che visiteranno ippodromo e scuderie, assisteranno alla serata di corse e caricheranno le loro fotografie sul social media, rendendole visibili a tutti e valorizzando storia e curiosità del Sesana. Sono attese diverse decine di Instagramer: sono stati tutti invitati a presentarsi indossando abiti d’epoca in stile anni ’20, per ricreare l’atmosfera del periodo storico che ha visto la nascita dell’ippodromo di Montecatini Terme. Gli spettatori del Sesana non dovranno quindi stupirsi se domani sera, passeggiando dentro all’ippodromo, incontreranno personaggi insoliti vestiti con cloche, piume, paillette, perle, abiti flapper, scarpe stringate laccate, boater hat e simili. L’Instameet è stato organizzato da Tuscany Buzz e Cooperativa Giodò in collaborazione con la società Trenno: per partecipare occorre essere iscritti ad Instagram, possedere un profilo pubblico e soprattutto iscriversi gratuitamente su Eventbrite all’indirizzo web https://www.eventbrite.it/e/biglietti-instameet-ippodromosesana100-cento-anni-e-non-sentirli-26036413614. Per chi desidera vedere le fotografie realizzate dagli Instagramer al Sesana basterà seguire questi hashtag: #ippodromosesana100, #sesanatrotto, #tuscanybuzz e #giodò. Per tutte le informazioni si può consultare il sito www.ippodromitrenno.it/sesanatrotto, le pagine Facebook fb.me/sesanatrotto e https://www.facebook.com/cooperativagiodo oppure i siti Internet http://tuscanybuzz.com.


Galleria Immagini

  • “Instameet” all’ippodromo di Montecatini Terme



LARCIANO - Sono aperte le iscrizioni per il campo natura nel Padule di Fucecchio rivolto a bambini dagli 8 ai 13 anni che si terrà dal 27 giugno al 1 luglio con base presso il Centro Visite della Riserva Naturale a Castelmartini. Il campo è organizzato dal Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio Onlus ed ha l’obiettivo di proporre un'esperienza didattica di una settimana a contatto con la natura che favorisca la conoscenza e il rispetto dei valori ambientali attraverso un approccio ludico/didattico, stimolando comportamenti ecosostenibili. Il programma del campo prevede due diverse visite nella riserva naturale del Padule di Fucecchio (aree Righetti e Le Morette) con le guide del Centro alla scoperta di ambienti, flora e fauna della zona umida. Per i naturalisti in erba, il padule rappresenta una fonte di emozionanti esplorazioni: armati di binocolo e macchina fotografica, i bambini potranno osservare dal vivo, ascoltare e qualche volta perfino toccare le piccole e grandi creature della palude. Altre escursioni avranno come meta ambienti della Valdinievole come il Rio Cessana, alla scoperta delle meraviglie naturalistiche di un corso d’acqua, mentre una intera giornata sarà dedicata ad una gita sulla montagna pistoiese. Oltre alle escursioni in natura, sono previste visite ed attività presso strutture del territorio come la fattoria didattica Le Baccane ed il museo della Civiltà Contadina di Bagnolo, con il vicino percorso naturalistico. Negli spazi del centro visite i bambini saranno coinvolti in attività di gruppo e laboratori creativi, compreso un originale laboratorio sull’intreccio delle erbe palustri che consentirà di rivivere in modo divertente la manualità e i giochi tradizionali di una volta. A conclusione dell'esperienza, i bambini sceglieranno un tema e prepareranno un piccolo spettacolo che sarà rappresentato nella saletta del centro visite di fronte a genitori e parenti invitati per l'occasione. La durata del campo è di 5 giorni, dal lunedì al venerdì con orario 8,30-17, e le attività saranno svolte da due operatori didattici, che sono anche guide ambientali Escursionistiche, con esperienza nella gestione di gruppi di minori. Verrà attivato al raggiungimento di un numero minimo di 15 partecipanti; la quota di adesione è di 150 euro, comprensivi di pranzi e merende presso una struttura convenzionata situata nelle vicinanze. Nei mesi successivi (3-9 luglio e 4-10 settembre) si terranno anche due campi estivi residenziali nella riserva naturale di Acquerino con escursioni ed uscite su specifici aspetti floristici e faunistici, ma anche giochi e laboratori creativi. Per informazioni ed iscrizioni è possibile rivolgersi presso il Centro R.D.P. Padule di Fucecchio, tel. 0573/84540, email fucecchio@zoneumidetoscane.it o visitare la pagina web www.paduledifucecchio.eu


Galleria Immagini

  • PADULE DI FUCECCHIO: UN CAMPO PER GIOVANI NATURALISTI DAL 27 GIUGNO AL 1 LUGLIO
  • PADULE DI FUCECCHIO: UN CAMPO PER GIOVANI NATURALISTI DAL 27 GIUGNO AL 1 LUGLIO
  • PADULE DI FUCECCHIO: UN CAMPO PER GIOVANI NATURALISTI DAL 27 GIUGNO AL 1 LUGLIO
  • PADULE DI FUCECCHIO: UN CAMPO PER GIOVANI NATURALISTI DAL 27 GIUGNO AL 1 LUGLIO



PISTOIA - Domenica 19 giugno, in occasione della Festa Europea della Musica, il Giardino e la Villa Puccini a Scornio, sede della Scuola Comunale di Musica e Danza “Teodulo Mabellini” di Pistoia, saranno animati dall 16.30 alle 22.30 dalle esibizioni di oltre 100 tra allievi e docenti per un'occasione speciale di incontro, per grandi e piccini, con il mondo della musica e della danza. Nel corso della Festa sarà possibile gustare gratuitamente alcuni prodotti Mukki nel gazebo appositamente allestito dall'azienda fiorentina, così come sarà possibile continuare a sostenere la raccolta fondi Unicef per la campagna “Per ogni bambino in pericolo” (rivolta all'accoglienza dei minori in fuga dal conflitto siriano) acquistando la pigotta 'musicista' realizzata per l'occasione. “Nel giorno della Festa della musica, che si tiene tradizionalmente nel giorno del solstizio d'estate - sottolinea il Direttore Massimo Caselli – la Villa di Scornio apre le sue porte a tutta la città per mostrare la creatività dei propri allievi e docenti. Sui palcoscenici all’aperto e nelle sale della scuola sarà possibile seguire una serie di eventi che vedranno protagonisti sia musicisti, impegnati in performance musicali che spazieranno dal classico al jazz, dal pop al rock, dal solista al gruppo da camera, che ballerini di danza classica e contemporanea. Sarà l’occasione di conoscere talenti di tutte le età e nuovi gruppi, nati nel corso di quest’anno, come l’orchestra di chitarre, il coro polifonico, il vivaio orchestrale formato principalmente dai giovanissimi studenti delle classi di archi. Tutto questo in atmosfera informale e festosa dove ognuno potrà muoversi liberamente nella villa e nel giardino antistante alla ricerca di suggestioni evocate da musica e danza” Il coordinamento artistico della Festa è di Massimo Caselli e l'allestimento è curato dall'Associazione Teatrale Pistoiese. La Segreteria della Scuola sarà a disposizione per informazioni su corsi e attività e per raccogliere anche nuove iscrizioni. Una occasione unica quindi, per grandi e piccini, per un incontro a tu per tu con il variegato mondo della musica e della danza (info: 0573 371480 segreteria@mabellini.com)


Galleria Immagini

  • LA MABELLINI METTE LA MUSICA AL CENTRO DELLA FESTA EUROPEA DELLA MUSICA
  • LA MABELLINI METTE LA MUSICA AL CENTRO DELLA FESTA EUROPEA DELLA MUSICA
  • LA MABELLINI METTE LA MUSICA AL CENTRO DELLA FESTA EUROPEA DELLA MUSICA


FESTA DELLA MUSICA AL VIA

Pubblicato il 17 giugno, 2016

MONTECATINI TERME - Si apre oggi la serie di iniziative con cui il Comune di Montecatini Terme aderisce anche quest’anno alla Festa Europea della Musica, la grande manifestazione popolare gratuita che si tiene il 21 giugno di ogni anno in occasione del Solstizio d’estate. L'edizione 2016 (la terza), organizzata in collaborazione con l'Associazione Culturale Musicale Hangar, durerà ben 3 giorni: sabato 18 e domenica 19 presso il Mercato Coperto di Montecatini di Via Mazzini con l’evento “Aspettando la Festa Europea della Musica”, e martedì 21 con la serata finale in Piazza del Popolo. In sintesi, 3 giornate di festa, 22 ore di musica dal vivo, oltre 100 artisti, danza, flash performance, bar, street food, mercato dell'ingegno, area bimbi. “Un evento unico – spiega l’Assessore alla Cultura, Bruno Ialuna – sia per la durata della manifestazione, che per la qualità degli artisti presenti”. “Siamo contentissimi del programma – aggiungono gli organizzatori – e orgogliosi dell’alto livello dei musicisti che parteciperanno quest’anno alla Festa e del fatto che l’Assessorato alla Cultura abbia fatto proprio questo evento”. Il via alla manifestazione è fissato per sabato 18 alle ore 18.30 al Mercato Coperto con un tributo a Pino Daniele e la festa si protrarrà sino alle 24.00. La maratona continua domenica, sempre al Mercato Coperto dalle 10.00 alla 24.00, offrendo alle famiglie la possibilità di trascorrere insieme una giornata tutta all’insegna della buona musica. E martedì l’appuntamento conclusivo è in Piazza del Popolo con Special Guest a partire dalle ore 21.00.


Galleria Immagini

  • FESTA DELLA MUSICA AL VIA



LARCIANO - Nell'Assemblea dei Soci che si è tenuta alla fine di maggio sono stati approvati il bilancio consuntivo 2015 ed il bilancio preventivo 2016 del Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio Onlus. Un passaggio importante per l'associazione che, come è noto, sta vivendo da qualche tempo momenti non facili, ma dimostra ancora una volta di avere al proprio interno grandi risorse in termini di impegno, competenze ed energie. Il bilancio consuntivo chiude con un risultato gestionale negativo di circa 28.000 euro, valore ampiamente scontato alla risultanza di un anno (2015) particolarmente critico, ma auspicabilmente recuperabile potendo accedere a progetti che la Regione Toscana da oltre un anno si è impegnata a finanziare. Ben diverso il bilancio preventivo 2016, con la previsione di un risultato gestionale positivo di oltre 9000 euro che verrà raggiunto grazie all'impegno del consiglio direttivo, del personale e dei collaboratori dell'associazione. Il raggiungimento dell'importante obiettivo, né facile né scontato, è avvenuto operando su due leve principali. 1) Riduzione di spese. A partire da marzo è stata presa una decisione dolorosa e non priva di conseguenze per le attività del Centro: la riduzione temporanea di orario, che è stato dimezzato, per i due dipendenti. 2) Incremento dei progetti. Le competenze tecniche e le capacità di progettazione del personale hanno consentito di accedere a finanziamenti pubblici e privati tramite la partecipazione a bandi di Comuni e fondazioni bancarie. Per esempio il Centro ha ottenuto la gestione per due anni dell'area naturale protetta di Arnovecchio ed ha vinto il bando della CARIPT sul sociale con un progetto in collaborazione con l'associazione Intrecci Onlus. Altri interventi riguarderanno il monitoraggio della fauna nella provincia di Pistoia ed una collaborazione con il Museo della Città e del Territorio di Monsummano T., oltre alle consuete attività gestionali del Padule di Fucecchio. 3) Ricerca attraverso bando di sponsor. In tal modo è stato individuato lo sponsor CMSA di Montecatini Terme, che ha direttamente sostenuto progetti del Centro (manifestazioni, pubblicazioni ed interventi gestionali) per un valore economico di 30.000 euro. La gestione 2016 consentirà di recuperare una parte del risultato negativo 2015 (anche grazie ai bilanci degli ultimi anni sempre in attivo) e si punterà comunque all'attivazione del contributo di 30.000 euro della Regione Toscana. Tutto questo cercando di mantenere un elevato standard di servizi al pubblico: anche nel 2015 il Centro Visite di Castelmartini ha avuto 5000 presenze, grazie anche ai volontari che hanno aiutato a tenere sempre aperta la struttura. Assolutamente evidente, se aggiungiamo le attività di visita con gruppi e classi scolastiche che hanno coinvolto oltre 5600 persone, il grande risultato in termini di promozione del Padule di Fucecchio e del territorio circostante. Il presidente Vanni, particolarmente soddisfatto del risultato raggiunto ha voluto sottolineare "con il bilancio 2016 si è potuto dimostrare che se vi è la volontà si possono ottenere significati risultati e che le azioni fatte contro il Centro accusato di ‘vivere’ delle sole risorse pubbliche è assolutamente non veritiero; certo il cammino è ancora difficile ma non impossibile e i risultati ottenuti sono lì a dimostrarlo. Ora dobbiamo gettare le basi per un centro 2.0, ma lo faremo con la determinazione che non è mai mancata in questi mesi".


Galleria Immagini

  • APPROVATO IL BILANCIO DEL CENTRO RDP PADULE DI FUCECCHIO


FINALI SPORT & GO! LA CARICA DEI "MILLE"

Pubblicato il 15 giugno, 2016

MONTECATINI TERME – Il sindaco Giuseppe Bellandi, ottimo padrone di casa ha introdotto la conferenza stampa che ha sancito l’inizio delle finali nazionali del CSI a Montecatini Terme e in tutta la Valdinievole. Da oggi e fino al 10 luglio la Valdinievole sarà presa d’assalto da migliaia di giovani atleti. Montecatini Terme per circa un mese sarà, dunque, la capitale dello sport targato Centro Sportivo Italiano, sede delle finali scudetto dei campionati nazionali a squadre di varie discipline e differenti categorie. Dal 15 al 19 giugno si comincia dai più piccolini, gli atleti sotto i 12 anni che hanno gareggiato nel progetto “Sport&Go! Crescere con lo sport”, il percorso formativo di attività sportiva sperimentale che il Centro Sportivo Italiano ha pensato per le categorie giovanili Kids (under 10) e Giovanissimi (Under 12). Proporre e far provare sport diversi è il principio alla base di queste finali dedicata agli sportivi in età preadolescenziale. È infatti questo il secondo anno di lavoro del progetto, che ha coinvolto tecnici, dirigenti e genitori sul tema sempre attuale della proposta polisportiva, alternativa a quella mono disciplinare. Nelle finali infatti, oltre alle classifiche delle gare sportive, concorreranno per decretare le migliori formazioni anche quelle ottenute con i punti del triathlon, che comprende i 60 metri piani, il salto in lungo ed il lancio del vortex. Nei prossimi quattro giorni Montecatini Terme sarà invasa da 84 squadre di 35 comitati ed oltre un migliaio di partecipanti con 887 atleti (659 maschi e 228 femmine) del Centro Sportivo Italiano, provenienti da ogni zona d’Italia. Delle 15 regioni partecipanti l’Emilia-Romagna è la più presente in queste finali, con 135 atleti al seguito, seguita da Liguria (98), Sicilia (90), Puglia (85). Campania e Lombardia ne hanno 82. Seguono Veneto, Calabria, Umbria, Basilicata, Lazio, Sardegna, e ancora Abruzzo, Piemonte, Marche. Le città con più ragazzi impegnati sono invece: Genova, Milano, Bari, Napoli, Modena, Potenza, Bologna, Roma, Venezia, Padova. La manifestazione avrà inizio domani per concludersi domenica con il Csi che andrà ad assegnare ben 9 titoli nazionali: sei le finaliste impegnate nel Basket 4 Vs 4, dodici in campo nel Calcio a 5 sia Under 10, sia Under 12, Calcio a 7 U10 (8 formazioni) e U12 (12 formazioni), 8 i quintetti del Minibasket U12, 6 squadre di Minivolley U10, 8 finaliste nel Supervolley U12 con la formula 4x4 mista e dodici pretendenti al titolo del Volley U12 (6contro6 mista) Giovanissimi. Fuori dal campo in programma diversi momenti associativi come la Santa Messa domenica 19 giugno celebrata alle ore 10 da don Alessio Albertini, consulente ecclesiastico nazionale del Csi. Venerdì 17 maggio in serata alle ore 21 la conclusione del percorso formativo legato al progetto Sport&Go! Si giocherà a Montecatini (Palavinci, Palaterme, Stadio Mariotti, Liceo Scientifico) e presso gli impianti di Pieve a Nievole, Uzzano, Ponte Buggianese, Massa e Cozzile, Borgo a Buggiano, Chiesina Uzzanese, Monsummano Terme, Pistoia e Altopascio. Montecatini si colorerà, nuovamente di arancio-blu, colori sociali del CSI dal 29 giugno al 3 di luglio per le finali dei campionati nazionali degli sport di squadra per le categorie ragazzi (under 14), allievi (under 16) e juniores (under 18) e dal 6 al 10 di luglio per le categorie Open (over 16). Tutto ciò nell’ambito dei sani principi che muovono l’associazione ovvero, come ha spiegato in conferenza stampa il neo eletto (nomina di soli due giorni fa) presidente nazionale Vittorio Bosio: “tracciare un itinerario sportivo e formativo per la crescita dei giovani e delle società sportive, capace di rilanciare e rivitalizzare l'attività sportiva giovanile del Csi".


Galleria Immagini

  • FINALI SPORT & GO! LA CARICA DEI "MILLE"
  • FINALI SPORT & GO! LA CARICA DEI "MILLE"
  • FINALI SPORT & GO! LA CARICA DEI "MILLE"


Pagina 1 di 5Primo   Precedente   [1]  2  3  4  5  Prossimo   Ultima