Mese Notizie - Quotidiano di Informazione sulla Valdinievole

Entries for agosto 2016

SUCESSO DELLA SESTA EDIZIONE DELLA DYNAMO TRAIL

Pubblicato il 31 agosto, 2016

ABETONE - Quasi duecento podisti si sono dati convegno ad Abetone per la sesta edizione dell'“Abetone Dynamo Trail”, manifestazione che il Pool Firenze e la Silvano Fedi Pistoia hanno organizzato nella “capitale” della montagna pistoiese. La gara si svolgeva sulla distanza di 20 chilometri per i competitivi e di 6000 metri per i non competitivi, all' interno dei parchi naturali ed ecosistemi a protezione totale. La vittoria nella categoria assoluta è andata al garfagnino Giacomo Buonomini (Orecchiella Garfagnana) che chiude la gara nel tempo di 1 ora 45'46” seguito a ben 5'28” da Diego Strina (Alpi Apuane), terzo Leonardo Gori (Individuale), quarto Piero Pacini (XXIX Martiri Figline Prato) e quinto Giacomo Bugiani (Silvano Fedi). L' emiliano Andrea Sorbi (RCM Casinalbo) è stato invece il migliore nei Veterani concludendo in 1 ora 59'06” davanti a Andrea Burchi (La Stanca Valenzatico) e Tommaso Nobilio (Silvano Fedi Pistoia) mentre negli Argento sul gradino più alto del podio sale Nadir Valli (Arci Goowin) che termina in 2 ore 25'00” superando Antonio Spichetti (Podistica Prato Nord) e Leonardo Cecconi (Cral Usl 3 Pistoia). Nella gara femminile il successo è andato a Giulia Petreni (Il Ponte Scandicci) in 2 ore 21'02”, piazza d' onore per Giulia Petreni (Individuale), gradino più basso del podio a Serena Martini, compagna di colori della vincitrice, seguono Chiara Innocenti (Individuale) e Michela Migliori (Runners Barberino). La fiorentina Milena Megli si impone tra le Veterane in 2 ore 23'18”, seconda Patrizia Albertini (Tim Mud & Snow), terza Ermanna Bolini (Individuale). Nella classifica di societa premio per il gruppo più numeroso alla Silvano Fedi Pistoia. L' incasso dell'intera manifestazione è stato devoluto alla Dynamo Camp.
G. I.


Galleria Immagini

  • SUCESSO DELLA SESTA EDIZIONE DELLA DYNAMO TRAIL


INAUGURATA CASAMICA

Pubblicato il 31 agosto, 2016

MONTECATINI TERME - L’associazione Tuttinsieme, presieduta da Marisa Biancardi, grazie ai fondamentali contributi del Comune di Montecatini, della Società della Salute e della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, ha inaugurato ieri pomeriggio “CasAmica punto 2”, presso l’omonimo appartamento di in via Friuli a Montecatini T. Un progetto nell'ambito del "Durante di noi", dal nome indicativo "Provo a vivere da solo", che permetterà a cinque ragazzi per ogni settimana di abituarsi, durante il weekend, alla vita "autonoma", con il supporto di un operatore che dormirà con loro, coadiuvandoli nelle attività casalinghe, come pulizie e cucina, prima di tornare alle rispettive famiglie. Altri cinque ragazzi percorreranno un simile percorso alla Cooperativa La Spiga, per un totale di 55 diversamente abili interessati. All'inaugurazione erano presenti l'onorevole Edoardo Fanucci, l'assessore regionale Federica Fratoni, il ViceSindaco del Comune di Montecatini Ennio Rucco, il Presidente Pierluigi Galligani e il Direttore della Società della Salute Claudio Bartolini, il consigliere regionale Marco Niccolai e le famiglie con figli disabili e le loro associazioni. "Siamo soddisfatti di questa inaugurazione, per le famiglie e per i ragazzi disabili che potranno contare su un appartamento ristrutturato con cinque posti letto - dice Rucco - raddoppiando gli spazi rispetto a un anno fa. Tutto questo per poter beneficiare di momenti di autonomia a vantaggio dei ragazzi e per il supporto ai loro genitori. Un modello diffuso sul territorio quello di CasAmica, che sposiamo in pieno, assieme a Tuttinsieme e alla Società della Salute, sicuri che possa rappresentare un futuro importante per le famiglie e per i figli con disabilità". Edoardo Fanucci, deputato Pd, ha ricordato "l'importanza di un progetto come questo condiviso da vari enti per la nostra città, per il bene delle famiglie che devono preparare i propri figli a un futuro sempre più autonomo. Il governo ha stanziato 190 milioni in tre anni per il Durante e Dopo di Noi, 90 solo nel 2016. A dimostrazione di quanto sia importante pensare all'assistenza di questi ragazzi, garantendo loro il miglior futuro possibile". Soddisfatto anche il presidente Sds Galligani per "un progetto che si arricchisce di una nuova struttura e che prosegue la sua instancabile attività di supporto alle famiglie e all'assistenza fornita dalla Società della Salute".


Galleria Immagini

  • INAUGURATA CASAMICA
  • INAUGURATA CASAMICA
  • INAUGURATA CASAMICA
  • INAUGURATA CASAMICA


PESCIA: AL VIA IL PALIO DEGLI ARCIERI

Pubblicato il 29 agosto, 2016

Firenze – “Il palio di Pescia è una delle manifestazioni più importanti e prestigiose fra le numerosissime rievocazioni storiche che la Toscana propone”. Così il presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani ha presentato, questa mattina in palazzo Panciatichi, l’edizione 2016 del Palio degli Arcieri “Città di Pescia”. “La manifestazione affonda le sue radici nel XIV° secolo, epoca di contrasti tra Lucca e Firenze, quando l’arma principale in mano agli eserciti era l’arco” ha ricordato Giani. “Oltre al Palio vero e proprio, sono tanti gli eventi in programma – ha concluso – a riprova della vitalità e dell’impegno di Pescia e dei suoi abitanti. È questa l’immagine turistica della Toscana che vogliamo dare, quella di una regione che oltre alle infinite bellezze naturali, artistiche e architettoniche ha anche la capacità di riproporre la sua ricchissima storia”. Alla conferenza stampa di presentazione della rievocazione ha partecipato anche il consigliere regionale Marco Niccolai. “Il Palio - ha detto Niccolai - rappresenta anche un’occasione di aggregazione, perché mobilita tanti cittadini nei mesi precedenti. È un valore per la nostra città non solo per il richiamo che ha, ma per le attività che mette in moto e per la sua funzione sociale. L’invito dunque è quello di partecipare a questa grande festa, in cui Pescia mostra il suo volto migliore”. Per il Comune di Pescia, a illustrare il fitto cartellone di iniziative in programma, l’assessore alla cultura Barbara Vittiman. I festeggiamenti iniziano già oggi, 29 agosto, con cene propiziatorie, eventi, corteggi storici e andranno avanti fino a domenica 4 settembre, quando gli arcieri dei quattro rioni in cui è divisa la città si sfideranno in una gara avvincente all’ultima freccia.


Galleria Immagini

  • PESCIA: AL VIA IL PALIO DEGLI ARCIERI
  • PESCIA: AL VIA IL PALIO DEGLI ARCIERI
  • PESCIA: AL VIA IL PALIO DEGLI ARCIERI
  • PESCIA: AL VIA IL PALIO DEGLI ARCIERI
  • PESCIA: AL VIA IL PALIO DEGLI ARCIERI
  • PESCIA: AL VIA IL PALIO DEGLI ARCIERI


A LAMPORECCHIO NASCE L’ACCADEMIA DI MASETTO

Pubblicato il 29 agosto, 2016

LAMPORECCHIO – “L’Accademia di Masetto - spiegano i fondatori - nasce con lo scopo di promuovere la conoscenza e lo studio della storia e della cultura della Valdinievole e del Montalbano orientale con particolare riferimento al territorio di Lamporecchio e delle comunità vicine. È questa un’area che, pur avendo un passato ricco di eventi e personaggi significativi, non è stata nel tempo oggetto di studi e ricerche continue. Il nostro intento, pertanto, è promuovere questa continuità. La denominazione che abbiamo scelto vuole essere un gioco ironico tra un nome – Accademia – di antica e prestigiosa tradizione culturale e il richiamo al contadino di Boccaccio. Il motto Caetera desunt (trad. “le altre cose mancano”), invece, è una locuzione che si pone sui libri, quando il testo originale non continua per mancanza di documenti o di pagine. Anche nella ricostruzione della storia del nostro territorio mancano molte cose; è nostra convinzione, tuttavia, che ciò scaturisca non tanto – o non solo – da una mancanza di documenti, ma soprattutto da un’insufficienza dell’indagine. Oltre all’intento di promozione della ricerca, l’associazione, si propone, attraverso incontri, presentazioni di libri, mostre, visite guidate, di contribuire ad arricchire la vita culturale del nostro territorio. Come e con chi pensiamo di realizzare questo progetto, sicuramente ambizioso? Noi contiamo indubbiamente sul supporto delle istituzioni pubbliche e private, ma soprattutto su quello di tutti coloro che hanno passione per il passato delle terre e delle comunità in cui vivono e, al contempo, credono che la conoscenza e la cultura abbiano un ruolo importante per decifrare il presente. I soci fondatori dell’Accademia di Masetto sono: Giampaolo Francesconi, Ivo Torrigiani, Laura Diafani, Simone Martini, Maria Virginia Porta, Serena Marradi e Michela Cammilli.
Il primo intervento dell’associazione è costituito dal un ciclo di conversazioni, che avranno inizio martedì 30 agosto nel Parco Storico I Giardinetti (ore 21.00): Giampaolo Francesconi parlerà di Masetto, nella prospettiva di individuare tracce del legame di questo celebre personaggio letterario con il nostro territorio. Analogamente anche l’incontro con Simone Martini (sabato 24 settembre alla Villa di Papiano, ore 17.30) cercherà di gettare qualche squarcio di luce sulla storia dello Spedale di Papiano, un importante istituzione del nostro passato, così come farà Michela Cammilli (sabato 15 ottobre nella Chiesa di Porciano, ore 18) nel suo intervento su Italia Donati, una vicenda storicamente importante, ma al contempo fin troppo romanzata”.


Galleria Immagini

  • A LAMPORECCHIO NASCE L’ACCADEMIA DI  MASETTO



MONTECATINI TERME – Pronostico confermato al termine di una corsa avvincente: photofinish per assegnare il secondo posto a Tenerife e il terzo a Tamure Roc – Disfida dei Castelli e dei Comuni: Pieve a Nievole batte Uzzano e Monsummano Terme. Telecomando Ok, guidato da Enrico Bellei, ha vinto il Gran Premio Nello Bellei al termine di una prova intensa e avvincente, con un arrivo che ha visto i cavalli arrivare compatti, tanto da dover ricorrere al photofinish per assegnare la seconda e terza posizione. Nelle fasi iniziali della corsa Telecomando Ok ha preso la testa come da attese, ma dopo circa 300 metri è stato sorpassato da Tesoro Degli Dei, che ha imposto un ritmo piuttosto intenso. Più controllata la parte centrale, con le posizioni immutate sino agli 800 metri finali quando è andato all’attacco Tresor Zs: Tesoro Degli Dei, guidato da Roberto Andreghetti, ha pagato le energie spese nella parte iniziale e ha dovuto cedere la posizione per poi essere riassorbito dal gruppo. Sull'ultima curva attacco deciso e decisivo di Telecomando Ok che prima ha preso la testa della corsa e poi, in retta d’arrivo, ha allungato di quel tanto che è bastato per conservare il primo posto. Bagarre alle sue spalle, con Tamure Roc (Vincenzo Dell’Annunziata in sulky) che è andato in scia a Telecomando Ok ma che proprio sul palo d’arrivo è stato superato da Tenerife, guidata molto bene da Davide Nuti: i due cavalli erano talmente ravvicinati da rendere necessario il ricorso alla fotografia per assegnare il secondo posto a Tenerife. Nel pomeriggio sulla pista dell’ippodromo Sesana si è svolta la Disfida dei Castelli e dei Comuni, rievocazione storica ispirata alla Battaglia di Montecatini combattuta nel 1315. Diretta da Roberto Cinquegrana, responsabile nazionale Fitetrec-Ante (Federazione italiana del turismo equestre), la disfida è stata vinta dal Comune di Pieve a Nievole, rappresentato da Alessandro Lombardi in sella a La Pepa e da Lorenzo Zoppi con Julio Cesar; al secondo posto il Comune di Uzzano (cavalieri Gianmarco Ghiselli su Mac e Luca Vivona su Aros) e al terzo Monsummano Terme (cavalieri Christian Provenzano su Word of Cesare e Giovanni Galliani su Omodeos). In segno di lutto per le vittime del terremoto del centro Italia, le bandiere dell’ippodromo Sesana sono state issate a mezz’asta ed è stato osservato in minuto di silenzio. Erano presenti Bruno Ialuna ed Helga Bracali, rispettivamente assessori alla Cultura e alle Attività produttive di Montecatini Terme; Rita Squitieri, assessore alla Cultura e al turismo di Larciano; Erminio Maraia, assessore alla Cultura e al turismo di Pieve a Nievole; Glenda Giacomelli, assessore ai Beni comuni e al tempo libero di Massa e Cozzile. All’ippodromo anche Ubaldo Gori, presidente del Comitato cittadino promotore della Giostra dell’Orso di Pistoia, Paola Galassi, presidente della Pro Loco di Montecatini Alto, Alessandro Bracali, presidente dell’associazione “Il Cavallo e l’Uomo”.


Galleria Immagini

  • ENRICO BELLEI CON TELECOMANDO OK TRIONFA NEL GRAN PREMIO INTITOLATO AL PADRE NELLO
  • ENRICO BELLEI CON TELECOMANDO OK TRIONFA NEL GRAN PREMIO INTITOLATO AL PADRE NELLO
  • ENRICO BELLEI CON TELECOMANDO OK TRIONFA NEL GRAN PREMIO INTITOLATO AL PADRE NELLO
  • ENRICO BELLEI CON TELECOMANDO OK TRIONFA NEL GRAN PREMIO INTITOLATO AL PADRE NELLO
  • ENRICO BELLEI CON TELECOMANDO OK TRIONFA NEL GRAN PREMIO INTITOLATO AL PADRE NELLO



PESCIA - Riparte alla grande il teatro Pacini di Pescia, grazie all’ottimo lavoro dell’amministrazione comunale che è riuscita, con un ingente sforzo finanziario, (pare di oltre 400.000 euro) per ristrutturare il teatro dentro e fuori ed un eccellente bando a trovare un gestore che metterà in piedi una stagione pirotecnica con oltre 33 serate. Oltre a questo il comune è riuscito a lasciarsi ben 30 date per sé davvero tante, se confrontate alle sole 9 a disposizione con la passata gestione. Ovvio che il sindaco Oreste Giurlani e l’assessore alla cultura Barbara Vittiman fossero soddisfatti ed orgogliosi durante la conferenza stampa della presentazione della stagione. Ne avevano tutte le ragioni e tutti i diritti! Alla presentazione, tenuta nei locali del palazzo comunale erano presenti pure il direttore artistico Battista Ceragioli e i responsabili di Alfea cinematografica, nuovo gestore della struttura. Dodici gli appuntamenti della stagione di prosa. Ma vediamo più nel dettaglio quella che si preannuncia essere una stagione ricca e variegata. Prosa, lirica e spettacoli per ragazzi. Poi un progetto di teatro della Lega toscana dell’improvvisazione con corso dedicato e spettacolo finale, una rassegna di jazz in primavera e una di musica leggera con grandi nomi che saranno annunciati nel mese di ottobre. Trenta le giornate di gratuità che daranno spazio alle idee e alle attività delle scuole e delle associazioni locali. In calendario anche due spettacoli ecosostenibili. Il teatro Pacini di Pescia è pronto ad aprire la sua nuova stagione: da novembre 2016 a maggio 2017 incontrerà il territorio con una proposta culturale che toccherà diversi generi di spettacolo, puntando sempre sulla qualità degli artisti e delle rappresentazioni. Apertura il 3 novembre con “HUMAN”: dai miti classici le grandi migrazioni dell'antichità (Enea, Ero e Leandro), fino alla diaspora degli italiani nel mondo e a quelle dei giorni nostri verso l'Europa. Con Marco Baliani, Lella Costa, David Marzi, Noemi Medas, Elisa Pistis, Luigi Pusceddu. Musiche di Paolo Fresu. Il 22 novembre sarà la volta de “IL MALATO IMMAGINARIO” di Moliere, con Andrea Buscemi e Nathalie Caldonazzo. Da ricordare la data del 3 dicembre, che avrà come protagonista Giobbe Covatta in “LA DIVINA COMMEDIOLA”, reading de L’inferno tratto dalla divina Commedia di Ciro Alighieri. Il 2017 inizierà a teatro con “UN GRANDE ABBRACCIO”, con Paolo Ruffini, in programma il 4 gennaio. Serena Dandini, con Germana Pasquero, Dj tatuato, andranno in scena il 19 gennaio con “SERENDIPITY”, memorie di una donna difettosa. In calendario per il 28 gennaio “UN CALCIO IN BOCCA FA MIRACOLI”, con Federica Aiello e Mario Migliaccio e per il 10 febbraio il “D’ANNUNZIO SEGRETO”, regia di Francesco Sala, con Edoardo SYlos Labini, Giorgia Sinicerni, Evita Cirri, Alice Viglioglia, e Viola Pornaro in Eleonora Duse. In cartellone per il 25 febbraio “CIAO SIGNO”, con Marco Marzocca e per il 14 marzo “L’INQUILINA DEL PIANO DI SOPRA” di Pierre Chesnot, regia di Stefano Artissunch, con Gaia de Laurentis e Ugo di Ghero. Due gli appuntamenti di aprile: il 1° sul palco del Pacini troveremo “CRIME STORY”, regia di Giorgio Gallione, con Massimo Carlotto, Titino Carrara, musiche di Maurizio Camardi; il 21 “ANCORA”, con Francesco Paolantoni e Stefano Sarcinelli. Chiusura della stagione di prosa in grande stile il 6 maggio con lo spettacolo “JIMMY”, creatura di sogno, con Giulio Maria Corso e Katia Ricciarelli. Coinvolgente anche il programma della lirica, proposto in orario pomeridiano, alle 16:30, con l’operetta CIN CIN… CIN CI LA’, in scena il 18 dicembre; LA TRAVIATA del 15 gennaio (selezione dell’opera in forma semiscenica); UN PALCO ALL’OPERA, in programma il 26 febbraio; O SOAVI FANCIULLE, in scena il 19 marzo, la TOSCA del 16 aprile (selezione dell’opera in forma semiscenica) e la chiusura del 14 maggio con AMORE E TRADIMENTO (soprano, tenore, baritono) e pianista. Il legame del Pacini con le scuole del territorio sarà un punto di forza della nuova stagione. Si organizzeranno incontri e attività, in collaborazione con la direzione didattica dei diversi istituti. Ci saranno anche spettacoli per bambini, sempre in programma nel pomeriggio, alle ore 16:00: LE 12 NOTTI DELLA BEFANA, l’8 gennaio, teatro di figura con Patrizia Ascione e Stefano Cavallini ispirato alla tradizionale befana toscana; CENERENTOLO, il 19 febbraio, spettacolo di marionette a bacchetta tratto dalla cenerentola di Perrault,; “QUELLA MERAVIGLIA DI ALICE”, il 12 marzo, Compagnia Movimentoinactor; PI…PI…PINOCCHIO, il 26 marzo: la Fondazione ragazzi e giovani Piemonte presenta Tieffeu Pg Tieffeu di Perugia, spettacolo x attori e figure; HO VISTO IL LUPO, il 23 aprile, ispirato a Pierino e il lupo di S. Prokofiev, teatro di figura e animazione di marionette di legno a vista.


Galleria Immagini

  • L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE FA CENTRO IL PACINI RIPARTE ALLA GRANDE


CAMPI NATURA DI FINE ESTATE

Pubblicato il 26 agosto, 2016

LARCIANO - Campi natura di fine estate nelle aree protette pistoiesi: riserve naturali del Padule di Fucecchio e di Acquerino. Alla fine dell'estate il Centro RDP Padule di Fucecchio Onlus organizza due campi natura nelle aree protette pistoiesi rivolti ai bambini dagli 8 ai 13 anni: un campo diurno nella Riserva Naturale del Padule di Fucecchio (dal 29 agosto al 2 settembre) e un campo residenziale nella Riserva Naturale di Acquerino (dal 4 al 10 settembre). I campi si pongono l'obiettivo di proporre un'esperienza di una settimana a contatto con la natura che, attraverso un approccio ludico/didattico, favorisca la conoscenza e il rispetto dei valori ambientali stimolando comportamenti ecosostenibili. Il campo estivo diurno nella Riserva Naturale del Padule di Fucecchio, con base presso il Centro Visite di Castelmartini, prevede escursioni in padule con attività di osservazione naturalistica, visite in altri ambienti della Valdinievole ed una gita di un giorno sulla montagna pistoiese. In programma anche la visita ad una fattoria didattica e ad un museo della civiltà contadina, un laboratorio sulla lavorazione delle erbe palustri e sui giochi tradizionali di una volta, giochi e laboratori creativi. Il campo estivo residenziale nella Riserva Naturale di Acquerino è alloggiato presso il CEA Acquerino, nella caserma del Corpo Forestale dello Stato; in calendario escursioni sulla sentieristica nei boschi di Acquerino e lungo il corso dei torrenti Limentra e Limentrella, con uscite su specifici aspetti floristici e faunistici (la foresta, il Cervo ed il Capriolo, il Lupo, gli uccelli, gli anfibi, gli insetti), la visita ad un allevamento zootecnico tradizionale, giochi e laboratori creativi. Le attività dei campi sono svolte da operatori didattici e Guide Ambientali Escursionistiche con esperienza nella gestione di gruppi di minori; i soggiorni prevedono anche i pasti forniti da strutture convenzionate. Le quote partecipazione per i campi diurni e per i campi residenziali sono rispettivamente di 120 e 250 euro; info e programmi completi presso il Centro RDP Padule di Fucecchio (tel 0573/84540, email fucecchio@zoneumidetoscane.it) o su www.paduledifucecchio.eu.


Galleria Immagini

  • CAMPI NATURA DI FINE ESTATE
  • CAMPI NATURA DI FINE ESTATE
  • CAMPI NATURA DI FINE ESTATE
  • CAMPI NATURA DI FINE ESTATE
  • CAMPI NATURA DI FINE ESTATE
  • CAMPI NATURA DI FINE ESTATE


LA SCARPINATA DEL FATTUCCHIO

Pubblicato il 26 agosto, 2016

ABETONE - Nell’incomparabile scenario di Valsestaione a Pian degli Ontani, con partenza e arrivo in località Il Balzone dove sono situati gli impianti sportivi della zona, si è disputata l' “8a Scarpinata del Fattucchio” sulla distanza di chilometri 11,500. Alla partenza della gara, organizzata dalla Pro Loco Valsestaione con la collaborazione tecnica della Silvano Fedi Pistoia, si sono presentati in circa 200 podisti e ad imporsi è stato il pistoiese e azzurro di corsa in montagna Massimo Mei (Atletica Castello Firenze) in 42'19” che ha preceduto di 2'08” l'africano Abdelilah Dakhchouana (Maiano Fiesole) e di 3'17” il garfagnino Giacomo Buonomini ( Orecchiella Garfagnana), quarto posto per Diego Bizzarri (Silvano Fedi Pistoia) e quinto posto per Fabrizio Ridolfi (Orecchiella Garfagnana). Nei Veterani sale sul podio più alto Luca Diversi (Orecchiella Garfagnana) in 49'20” davanti a Alessio Melani (Atletica Prato) e Aldo Torracchi (Nuova Atletica Lastra) mentre Roberto Mei (Silvano Fedi Pistoia), padre del vincitore assoluto, si aggiudica la categoria Argento in 54'19” superando Silvio Toni (Orecchiella Garfagnana) e il compagno di società Domenico Coco. Ivaldo Caporali (Silvano Fedi Pistoia) fa sua la categoria Oro in 1 ora 03'19” seguito da Norico Cenci (Pieve a Ripoli) e Silvano Panichi (Podistica Misericordia Aglianese). Ancora un primo posto per la pratese Sara Colzi (Atletica Prato) che si aggiudica la gara assoluta femminile in 53'06” seguita a 42” da Jessica Pieroni e a 43” da Francesca Setti, entrambe dell'Orecchiella Garfagnana, poi Meri Mucci (Atletica Castello) e Giulia Ciampi (Podistica Misericordia Aglianese). Nelle Veterane giunge per prima al traguardo la fiorentina Milena Megli (Assi Giglio Rosso Firenze) in 58'41”, seconda Caterina Ferroni (Marciatori Marliesi) e Antonietta Schettino (Montecatini Marathon). Nella classifica a team ennesima vittoria per la Silvano Fedi Pistoia che schierava alla partenza 36 atleti, seguita dal Podistica Quarrata e Montecatini Marathon.


Galleria Immagini

  • LA SCARPINATA DEL FATTUCCHIO
  • LA SCARPINATA DEL FATTUCCHIO


PRIMA UNIONE CIVILE A MONTECATINI

Pubblicato il 26 agosto, 2016

MONTECATINI TERME - Sabato 27 agosto alle 11,30 in Municipio si terrà la storica celebrazione della prima unione civile a Montecatini dal momento dell’istituzione del registro e della nascita dell’istituto giuridico, avvenuta con la legge 76 dello scorso 20 maggio (in merito a “Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze”). L’assessore Bruno Ialuna tra due giorni celebrerà l’unione di Stefania Tredici e Sara Armari, entrambe residenti a Montecatini, compagne di lunga data che raggiungeranno un importante traguardo di vita, ambito da molto tempo, per la loro gioia, dei testimoni e dei loro cari. Nell’occasione Ialuna leggerà uno speciale pensiero rivolto alle due donne.


Galleria Immagini

  • PRIMA UNIONE CIVILE A MONTECATINI


Festival Internazionale Armonia fra i Popoli

Pubblicato il 26 agosto, 2016

MONTECATINI TERME - Si apre domenica 28 agosto con l’Inaugurazione nel Comune di Montecatini Terme il Festival Internazionale “Armonia fra i Popoli”, giunto alla sua 11°edizione, che si svolgerà in vari Comuni della Valdinievole e terminerà il 9 settembre con il Gala “Danzare la Pace 2016” al Teatro Yves Montand di Monsummano Terme. Organizzato dall’Associazione Culturale Dancelab Armonia, l’evento vede la direzione artistica di Antonella Lombardo ed è curato da Elisa Catolfi. “L’Associazione Culturale Dancelab Armonia e insieme ad essa il Festival ” - spiega Antonella Lombardo, direttrice della scuola oltre che presidente dell’Associazione – “nasce nel 2006 dall’esperienza e come espressione del Laboratorio Accademico Danza, scuola riconosciuta Agenzia Formativa dalla Provincia di Pistoia, che da decenni lavora anche nel panorama internazionale collaborando con artisti e personalità di prestigio”. Obiettivi del Festival sono la ricerca dell’Armonia dell’individuo ma anche delle persone intese come comunità e l’utilizzo dell’Arte come strumento universale e trasversale di Armonia fra i Popoli. Un progetto importante sostenuto dalla Regione Toscana, dalla Provincia di Pistoia, da tutti Comuni della Valdinievole, dalla Diocesi di Pescia e che vede il coinvolgimento di molti altri soggetti pubblici e privati. Un progetto il cui fulcro è il Campus Internazionale di Alta Specializzazione nella danza - l’ultimo dei quali si è svolto a Betlemme - rivolto a ragazzi europei e del Medio Oriente per favorirne la conoscenza e la comprensione reciproca.Quest’anno in parallelo al Festival ci saranno due Seminari rivolti ai giovani, dal 6 al 9 settembre, uno di Cittadinanza Attiva e l’altro di Danza. Ricco il calendario di iniziative proposte per questa 11° edizione del Festival, tutte volte a promuovere, attraverso l’Arte, una cultura di pace, tolleranza e dialogo fra popoli e culture diverse.


Galleria Immagini

  • Festival Internazionale Armonia fra i Popoli
  • Festival Internazionale Armonia fra i Popoli


Pagina 1 di 4Primo   Precedente   [1]  2  3  4  Prossimo   Ultima